I SEGRETI DELL’EREMO – di Alfonso Citterio

TITOLO: I SEGRETI DELL’EREMO

AUTORE: ALFONSO CITTERIO

EDITORE: & MYBOOK

GENERE: NARRATIVA

DATA DI PUBBLICAZIONE: 30 DICEMBRE 2017

FORMATO: COPERTINA FLESSIBILE/E-BOOK

Link d’ acquisto:  https://www.andmybook.it/prodotto/i-segreti-delleremo/

AMAZONhttps://www.amazon.it/dp/B078QHMT24/ref=dp-kindle-redirect?_encoding=UTF8&btkr=1


NOTIZIE AUTORE:

Alfonso Citterio è nato a Monza il 15 gennaio 1946. Dopo aver raggiunto l’età pensionabile ha trasferito la propria residenza in un paesino della Valtellina, dedicando il tempo libero alla contemplazione della natura montana, ai viaggi in camper e alla raccolta di scritti e racconti.
Ha esordito nel 2013 con la pubblicazione di Fantastinando, un libro di favole per bambini e adulti.
Nel 2015 pubblica il romanzo Fuga con note autobiografiche di viaggi in camper in giro per l’Europa intrecciate con una storia immaginaria dai risvolti drammatici.

NOTIZIE CASA EDITRICE:

Il nostro Blog Amabili Letture  presenta la nuova collaborazione con la casa Editrice &My Book. A tal proposito alleghiamo la presentazione ufficiale.

 

Sono passati già 10 anni, 10 anni da che ci siamo affacciati per la prima volta nel mondo dell’editoria, quel mondo affascinante e mutevole, ormai completamente cambiato e in procinto di rivoluzionarsi ancora. Nel 2007 abbiamo fondato la Caravaggio Editore mentre, nel 2008, a Settembre, nasceva & MyBook, in un panorama stagnante, nel quale la facevano da padroni editori “a contributo” e pochi editori “on demand” (tra l’altro con servizi e distribuzione davvero modesti). Siamo stati tra i primissimi a offrire un contratto leggero e senza vincoli di esclusività, nonché a distribuire i titoli anche al di fuori del proprio sito (ovvero anche in libreria e negli altri bookstore su internet). Abbiamo superato le 250 pubblicazioni, offrendo la nostra professionalità e la massima attenzione ad ogni singolo Autore… Ora abbiamo fatto un salto di qualità, investendo su una nuova piattaforma e su una nuovissima e conveniente offerta.

SINOSSI:

[…] Il giorno successivo al risveglio i tre amici si scrutarono a vicenda senza avere il coraggio e la voglia di rievocare i fatti così pregnanti della sera precedente. Un certo stato confusionale li assillava e non riuscivano a focalizzare i pensieri, stentando a distinguere la realtà dalle allucinazioni. Pativano una sorta di necessità di esiliare quegli avvenimenti, quasi a difesa di una loro integrità interiore. Una riserva mentale a salvaguardia del lume della ragione che stentava a riconciliare le circostanziate reminiscenze notturne con la loro avventura sotterranea. […]

La storia si svolge nella cornice di Palazzo Malacrida a Morbegno. Tina e Will sono due giovani turisti stranieri in cerca di curiosità storiche. Accompagnati dall’anziano custode si troveranno invischiati in un’avventurosa scoperta e dovranno affrontare drammatiche situazioni per riemergere dai sotterranei del palazzo.
Il racconto nella prima parte è ambientato nella Valtellina di fine settecento, durante il periodo di transizione tra la dominazione dei Grigioni e l’avvento della Repubblica Cisalpina. La seconda parte nel 2008, quando il restauro del Palazzo comincia a ridare la giusta dimensione artistica alle sale.
I nobili della famiglia Malacrida, l’ultimo proprietario e il custode rivivono i luoghi e i fatti riportati nel rispetto della realtà storica. Fanno eccezione alcuni avvenimenti e taluni protagonisti verosimili che, interagendo con i primi, definiscono il quadro avventuroso e immaginario della narrazione.


Recensione a cura di Walter Bianco.

Il libro di Alfonso Citterio ha una trama che si sviluppa in due parti:

La Prima Parte, ambientata nel 1798, ha decisamente un ritmo che ben si bilancia tra una convulsità d’azione, rappresentata dalla rivolta dei Briganti, e la Speranza e tenerezza di una storia d’amore. L’oppressione degli Editti Napoleonici uniti al soffocamento Giacobino,insieme alla critica descritta, danno un’idea di come ogni libertà fosse impedita; tra queste l’unica che sembrava sopravvivere , rendendosi indipendente, è l’Amore espresso nel legame che univa i due Protagonisti di questa Parte del libro: Giacomino e Carlotta. Giacomino, nato da umili origini, viene descritto come un uomo caparbio e combattivo, intenzionato a difendere la propria libertà per non sacrificare tutto e in particolare per difendere la sua donna e il suo Sentimento. Al grido de “VIVA LA VALTELLINA” aveva riunito gli intenti comuni dei giovani suoi coetanei muovendo una contestazione che lo metterà in pericolo e lo costringerà a fuggire . Proprio durante questo isolamento, nei periodi di tregua , si farà forte il pensiero alla sua amata : Carlotta. Descritta come una donna fragile e insicura aveva riposto tutta la sua esistenza nelle mani fidate della moglie dello zio con la quale aveva instaurato un rapporto di Amicizia e Stima che non era riuscita ad avere in ambito famigliare dove una madre succube non era stata in grado di opporsi al volere del padre che la voleva dare in sposa a un vecchio Conte di Milano. Decisa quindi a tentare la sorte, rinunciando a una prospettiva di vita agiata, aveva ottenuto l’appoggio che desiderava per fuggire con il suo Amore. Purtoppo per Giacomino e Carlotta il Destino non sarà cosi’ clemente come prospettavano, lasciandoli in balia del Caso che li colpirà drasticamente. Questa prima parte si conclude con un forte sentimento di Rabbia e Rancore che accomuna un po’ tutta la Narrazione dettata da un Odio e Ira nei confronti dei Francesi Oppressori.

Si passa così alla Seconda Parte del libro che ci fa fare un bel balzo temporale portandoci a circa 200 anni dopo le vicende narrate precedentemente. I Protagonisti sono due turisti in visita a Morbegno, Will e Tina che, dopo essersi incontrati per caso, diverranno primi attori di una vicenda dai risvolti poco prevedibili dal Lettore. In visita al Palazzo Malacrida troveranno nelle vesti di “Cicerone” Samuele, custode fidato che senza dubbio preservava molti segreti di quel luogo di cui per anni era stato il gestore. Tra i tre nascerà una confidenza occasionale che sfocierà nella complicità nel condividere prima le loro esperienze passate e doi drammaticamente quelle future . Nelle Pagine successive conosceremo meglio Tina, forte quanto fragile, che dominata da un Senso di Colpa per un passato che l’aveva segnata, aveva trovato nella corsa un modo per rigenerarsi,per liberare la mente interagendo con la Natura. Will anche lui con un Passato difficile aveva trovato la forza di gettarsi quello capitato alle spalle per ristabilire la rotta per la sua vita, viene descritto come tenace ma riflessivo nello stesso tempo. Un mix dei due caratteri è Samuele, secondo me il Protagonista “occulto” di questa Parte, guidato dalla volontà di condividere Passione e Segreti, fortemente motivato sarà una sorte di “Caronte” per Tina e Will, accompagnadoli alla scoperta di verità di fronte le quali rimarranno fortemente scossi e turbati.

Rispetto agli “spazi” aperti della Prima Parte, dopo che i Tre si troveranno nelle Cantine del Palazzo, la descizione si farà sempre più claustrofobica accompagnata da una Narrazione che colpisce il Lettore per il Brivido di un suono sinistro accompagnato da una strana tensione, che porterà verso una corsa assennata in cerca di una via di fuga attraverso un Tunnel poco illuminato, tra fango e un senso di afflizione per un’oscura Presenza decisa a non dar tregua ai Protagonisti.

Quasi per assurdo, mentre che i corpi saranno isolati nell’oscurità, la mente dei Protagonisti viaggerà ripercorrendo vicende passate che ricongiungeranno il filo della Trama alle vicissitudini del 1798, inaspettatamente con sorpresa per chi legge, soprattutto per la svolta singolare. Nel trambusto Will e Tina cominceranno a scambiarsi sguardi sempre più complici, i modi gentili e responsabili di Will s’incontreranno con il favore di Tina che ,dopo aver concluso la loro avventura, avranno l’esigenza di isolare la loro esperienza vissuta per colmare il vuoto con un “Domani” ancora tutto da scrivere.

Del libro di Alfonso Citterio a me colpisce in particolare l’attenta riproduzione Storica, espressa negli ambienti tratteggiati e nella descrizione di una Valtellina dalla quale traspare un meraviglioso senso di Serenità che, in contrapposizione con il Destino di Giacomino e Carlotta e con il Caso di Tina e Will , renderà la trama del libro coinvolgente e capace di creare empatia per i Personaggi che soffrono insieme al lettore, che rimane a tratti smarrito dal rovesciamento della Storia e piacevolmente compartecipe delle gioie regalate dalla Trama.

Una lettura consigliata perchè capace di coinvolgere con il Fascino di una Storia che sembra perdersi nel Passato per poi tornare con prepotenza nel Presente Narrativo legando i vari Personaggi tra di loro con un forte Sentimento d’Amore, sopravvisuto e utilizzato per uscire dal confine di un esistenza fatta di Sensazioni incompiute o ostacolate da un Destino subito che sembra non dare pace ai Protagonisti.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: