Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

“Non sono solo una signora” di Melanie Breath.

Scheda libro

  • Titolo: Non sono solo una signora
  • Serie: Stand Alone, autoconclusivo
  • Autore: Melanie Breath
  • Genere:  Contemporary Romance
  • Tipo di finale: chiuso
  • Narrazione: prima persona, POV della protagonista (Irene)
  • Data di pubblicazione:  3 giugno 2018
  • Editore: O.d.e. Edizioni

Link acquisto:

https://www.amazon.it/Non-sono-solo-una-signora/dp/B08BDK55CX/ref=tmm_pap_swatch_0?_encoding=UTF8&qid=&sr=

TRAMA:

Irene ha quarantacinque anni e tanta voglia di riscatto. Non sa che la vita, quella stessa che le ha portato sacrifici, delusioni e qualche gioia, ha ancora in serbo per lei un’opportunità. Irene avrà fra le mani il potere di spezzare le catene del passato, ma il suo mondo accetterà il cambiamento o le presenterà il conto?

Recensione a cura di Daniela Sardella

Mi trovo qui davanti allo schermo del pc da più di dieci minuti. Scrivere una recensione non è mai cosa semplice perché sei chiamato a valutare diversi aspetti, in primis una giusta introduzione, una presentazione che attiri un eventuale lettore. A seguire dovresti raccontare, a grandi linee, la storia, menzionare i personaggi, sottolineare il tema portante, evidenziare i classici punti di forza e scrivere nero su bianco l’emozione che la scrittrice è riuscita a scatenare, cioè “tanta roba”. Spesso la situazione si complica leggermente quando la lettura non è riuscita a conquistarti totalmente e lì sei chiamato ad esporre le tue perplessità, ovviamente con garbo e delicatezza, ma indubbiamente con la giusta sincerità.

Quest’oggi sono qui per presentarvi una delle mie ultime letture. Dico, una delle mie ultime perché, prima di scrivere questa recensione, ho affrontato altre storie lasciando un po’ in sospeso il suddetto testo. Avevo bisogno di tempo, dovevo riordinare le idee, metabolizzare il tutto e selezionare, o meglio dividere, nella mia testa, i momenti cruciali del racconto, capire il comportamento altalenante della protagonista e tutto quello che la circondava. Ora credo di essere finalmente pronta quindi, come primo passo, di chi vi parlerò oggi? Con piacere annuncio il titolo in questione: “Non sono solo una signora” di Melanie Breath edito dalla O.D.E. Edizioni.

Questa è una storia che non si discosta molto dalle realtà o vicende a noi conosciute, infatti la scrittrice menziona fatti di vita ordinaria nella quale il lettore stesso potrebbe riconoscersi o avvicinarsi facilmente. Nel mio caso il luogo dove si svolge il racconto è abbastanza familiare. Parliamo del Sud Italia, precisamente un paesino vicino Taranto e quando scrivo “paesino” aggiungerei, tra parentesi: mentalità ristretta, gente pronta solo a esprimere le proprie opinioni, ovviamente non richieste, e pettegolezzi di vario genere. Prendiamo questo pacchetto e affianchiamolo alla storia di una giovane donna con genitori, come dire, “singolari”. Provate a immaginare cosa ne verrebbe fuori! Se mi permettete, a questo punto, vi presento la protagonista Irene, una ragazzina che alle spalle ha già una situazione complicata e delicata, situazione che a breve cambierà la sua esistenza definitivamente.

Irene, come già menzionato, è una ragazzina come tante, ma la cosa che le crea problemi è l’essere cresciuta in un ambiente poco stabile, direi privo di valori. Il padre è un tipo poco raccomandabile anzi, nello specifico, un nullafacente che si occupa di piccoli furti, pratiche illegali e che lascia svolgere alla moglie, la mamma di Irene, il mestiere più antico del mondo senza nessun problema. Ma tutto questo non basta! A complicare la sua esistenza si aggiunge una notizia inaspettata: “Irene è in dolce attesa!”. Immaginate il panico, la paura e l’insicurezza. Un’adolescente cresciuta sola, senza affetto, senza la sicurezza di un appoggio valido, una parola di conforto o di una guida certa capace di trasmettere insegnamenti utili per affrontare un percorso sconosciuto. Essere genitore è una cosa seria! Crescere un esserino indifeso non è un gioco, ma questo Irene lo sa! Dalla sua parte ci sono grande forza e tenacia, la voglia di riscattarsi e far vedere al resto della gente che lei sarà una madre rispettabile, degna di esser chiamata tale, una piccola donna pronta a tutto per il proprio figlio e poi c’è il suo giovane compagno a sostenerla, quindi cosa potrebbe andare storto?

Anni dopo…

La scrittrice, con un salto temporale, ci conduce a qualche anno dopo, e ci presenta un quadro che delinea il percorso adottato da Irene, quello che avrebbe desiderato per la sua creatura, per se stessa e ciò che la vita, invece, le ha presentato alla fine! Qui troviamo un’Irene sempre combattiva, dolce, comprensiva, pronta a risolvere ogni ostacolo accanto alle sue due figlie. Eh già! Sorpresa delle sorprese si ritrova a crescere due gemelle, e come se non bastasse, di nuovo da sola. L’amore da lei sognato, sperato, desiderato si era rivelato una grande menzogna! Quel ragazzo che giurava di amarla e proteggerla, in realtà, era continuamente assente, sempre in viaggio per un “ipotetico lavoro” e cosa peggiore, i frutti dell’occupazione non arrivavano mai quindi, Irene, era costantemente costretta a provvedere interamente ai bisogni delle ragazze, svolgendo più lavori. Nonostante ciò, prosegue imperterrita nel proprio cammino fatto di continui sacrifici e rinunce, sempre pronta ad affrontare e risolvere ogni sfida pur di vedere felicità e tranquillità negli occhi di Moira e Mara, le sue adorate figlie. Crescere due adolescenti si rivela un’impresa ardua, soprattutto gestire i loro caratteri diversi, capricciosi e spesso irrequieti portando Irene in un cammino tortuoso, per non parlare degli imprevisti della vita, avvenimenti inattesi che lei conosce bene!

Gioie e Dolori – Rinunce e Desideri.

Lo so! State pensando che sto rivelando troppo, ma vi sbagliate perché ora si entra nel vivo, si comprendono aspetti nascosti della protagonista, il percorso personale da lei affrontato e le varie vicissitudini che si andranno a creare. Entrano in ballo altri personaggi che prenderanno in mano la situazione. La ragazza determinata di una volta, la donna che ha combattuto quella vita fatta di difficoltà e intoppi incrocia uno sguardo capace di mettere in discussione tutto, muovere dubbi e risvegliare sentimenti ed emozioni sepolte ormai da tempo. Una seconda chance da prendere al volo. Finalmente arriva l’opportunità di pensare un po’ a se stessa, mettere i suoi desideri al primo posto, quei sogni accantonati riportati in carreggiata e scoprire, in fondo, di non essere “Solo una signora” ma molto di più!

Moira e Mara ormai sono grandi abbastanza e lei potrebbe ricominciare, potrebbe vivere quella vita che le è stata negata o meglio quell’amore venuto meno, amore che solo un compagno può donare. Per Irene, l’essere madre, continuare a curare e placare le mancanze di un padre quasi inesistente è la cosa più importante, le figlie sono il punto essenziale della sua esistenza. Ma può, il futuro, riservare qualcosa di diverso, qualcosa che porti completezza assoluta?

Irene saprà cogliere l’occasione? Riuscirà, per una volta, a mettere il suo “Io” il suo “cuore” in prima fila?

Nella storia ci saranno rivelazioni inaspettate. Si presenteranno diverse situazioni delicate, osserveremo una donna spesso divisa a metà, impareremo ad amare il suo lato estremamente fragile e insicuro, a volte infantile e, in alcuni casi, ci ritroveremo in completo disaccordo con lei provando sentimenti particolarmente contrastanti. Non aggiungerò altro! Se volete delle risposte non vi resta che leggere questo libro per scoprire cosa succederà ancora, o meglio, come si svolgerà la vicenda. Io ho raccontato il minimo indispensabile per accendere la vostra curiosità.

Vorrei aggiungere, con delicatezza, il mio parere personale ed esporre alcune perplessità. La lettura, all’inizio risulta interessante e toccante. Come già menzionato nell’introduzione si parla del percorso complicato di Irene, una giovane donna costretta a crescere sola, senza nessun riferimento, senza nessuna guida. La vita le pone dinanzi delle scelte notevoli, ovvero dare alla luce un bimbo. Leggiamo la storia di una ragazza forte, testarda, pronta a tutto pur di donare il meglio a suo figlio, ma poi, nel corso del tempo, questa tenacia sembra affievolirsi portando, ai nostri occhi, una donna insicura, a volte arrendevole e spesso infantile. Proseguendo nella lettura il mio interesse si è leggermente affievolito a causa dei dialoghi, sempre a mio parere, esageratamente mielosi, o meglio li definirei “un linguaggio non appropriato a due adulti”. Nonostante ciò, non ho abbandonato il libro, ma sono andata avanti più lentamente. Questo non vuol dire che il racconto non meriti, ma forse, con piccoli accorgimenti risulterebbe più scorrevole. Ricordiamo che sono scrittori alle prime armi, quindi il nostro metro di “chiamiamolo giudizio” dev’essere più morbido. Ogni scrittore mette fatica e passione e solo andando avanti acquisterà l’esperienza necessaria per un diventare ottimo Autore. Concludo dicendo alla scrittrice di non mollare, andare avanti, continuare a crescere e inoltre, porgo i miei ringraziamenti per avermi rammentato, grazie all’esperienza vissuta da Irene, che a tutti noi possano presentarsi le seconde opportunità, basta saper cogliere l’attimo!

Buona amabile lettura.

Ringraziamo la O.D.E. per aver fornito la copia digitale.

Biografia Autrice

Melanie Breath è una trentenne campana, che vive con il suo compagno e la sua amata volpina. Fin da piccola ha sempre avuto una forte passione per la scrittura e qualche anno fa ha autopubblicato una dilogia erotica, concretizzando il suo grande desiderio di diventare una scrittrice. Da poco ha firmato con una Casa Editrice, la ODE, realizzando un altro suo grande sogno.

Notizie Casa Editrice

La O.D.E. Orizzonte degli Eventi Edizioni nasce dall’idea che ogni libro costituisca un viaggio, un’avventura alla scoperta di personaggi e storie. L’Orizzonte degli eventi è un non-luogo, una porta oltre la quale si cela l’ignoto e ogni autore è una via d’accesso verso un universo da scoprire.

La O.D.E. Edizioni vuole portare il lettore al centro del progetto e offrire all’autore una Casa editrice.

Siamo una realtà editoriale che si muove lungo tre rotte: la fiducia verso l’autore, l’amore per il nostro lavoro, il rispetto del lettore. Curiamo i nostri testi in tutti gli aspetti, seguendo e supportando l’autore in un lavoro di squadra.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Inizia con un blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: