Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

Amabili interviste per la Horti di Giano. Si racconta: Annalaura Siercovich.

Intervista a cura di Daniela Sardella

Cari lettori eccoci qui con il nostro appuntamento interviste che vede protagonisti gli Autori della CE Horti di Giano. Questo angolo è di grande importanza perché ci regala la possibilità di conoscere, a tutto tondo, i nostri scrittori. Oggi portiamo alla vostra attenzione una splendida e singolare scrittrice: Annalaura Siercovich e il suo adorabile libro “Il mistero di Casa Bell’.

Come da prassi abbiamo dedicato tre giorni al suo scritto, ogni appuntamento ha un suo perché! Come prima tappa, nel nostro sito Amabili, è stata pubblicata la recensione, a seguire l’intervista Live, che potete visionare nella nostra pagina facebook e oggi, per completare, proponiamo l’intervista scritta nella quale Annalaura ci svela altri segreti e retroscena riguardanti il libro.

Cosa aggiungere ancora? 😊

Vi lasciamo a una buona lettura e alleghiamo qui i link Recensione e Intervista!

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1065775287586884&id=1000857846743834

https://amabililettureblog559331890.wordpress.com/2021/10/05/il-mistero-di-casa-bell-di-annalaura-siercovich/

Benvenuta Annalaura Siercovich. Come prima domanda chiediamo una presentazione. Chi è Annalaura?


Buongiorno e grazie per l’accoglienza! Non è mai facile presentarsi e raccontarsi in poche righe… Sono una donna che nella sua vita ha sempre coltivato le sue passioni, spesso tramutandole in professioni. Ho studiato musica ed arte da quando ero molto piccola e per un lungo periodo della mia vita ho suonato in un gruppo di musica medioevale.Sono una creatrice del fantastico, cioè realizzo manufatti direttamente ispirati al mondo fantasy e popolare. Il mio studio musicale con il tempo è maturato, facendomi approfondire il campo della musicoterapia e portandomi verso il mondo esoterico ed olistico. Pratico Yoga da più di vent’anni e lo insegno come professione da più di quindici. La lettura è una delle mie grandi passioni. Fin da giovanissima ho sempre letto molto, appassionandomi soprattutto dei testi di natura antropologica e dei romanzi dei grandi scrittori. Amo la natura e gli animali, vivo in una casa vicino ad un bosco che condivido con i miei quattro gatti, il mio cane, i miei figli e mio marito. Il posto dove vivo è molto importante poiché è fonte di innumerevoli ispirazioni ed ospita creature visibili e invisibili che mi sono amiche.

• Principalmente, cos’è per lei la scrittura?


La scrittura per me è il mezzo che utilizzo per raccontare e raccontarmi. Attraverso ciò che scrivo posso condividere tutto quel panorama “onirico” e per molti irreale che vive parallelo al nostro. Nel mio primo libro pubblicato “Il Mistero di casa Bell” viene narrata una storia che, apparentemente, sembra una favola per bambini, permeata di gnomi e mostri, ma che in realtà, se letto con uno sguardo più attento e oculato, parla di un mondo ai più invisibile, ma che vive parallelo al nostro. Direi che per me la scrittura è libertà.


• Quando è nato il desiderio di creare, ovvero la necessità di raccontare qualcosa che nasceva dentro sé e come ha coltivato, nel tempo, questa passione?


La voglia di scrivere un libro è nata diversi anni fa: sentivo il desiderio di raccontare il mio mondo, ma in maniera che fosse accettabile a tutti. Quindi ho iniziato a scrivere e le parole arrivavano come se fossero realmente dettate, come se anche quel mondo che stavo descrivendo avesse voglia di farsi conoscere. Ad oggi coltivo la mia passione per la scrittura come se fosse un figlio a cui purtroppo non riesco a dedicare tutto il tempo che vorrei.

Dalla Biografia possiamo apprendere che ha un grande percorso alle spalle. Parliamo di teatro, di musica e delle sue conoscenze a livello culturale. Mi chiedevo, quanto hanno influito queste conoscenze o la musica stessa nell’ideare questo libro?


Tutte le mie conoscenze, gli studi e le esperienze che ho vissuto nella mia vita hanno influito nella mia scrittura. Cerco sempre di attingere al mio bagaglio personale affinché ciò che scrivo possa risultare vero, anche se si parla di un libro fantasy, dove il confine tra realtà e fantasia è spesso sottilissimo. Tento di scrivere in maniera visiva e musicale, in modo che quello che sto raccontando arrivi facilmente al lettore suscitandone emozioni, le stesse emozioni da me provate durante la stesura. Per lo stesso motivo ci tengo anche a realizzare anche le illustrazioni, senza quest’ultime mi sembrerebbe di aver raccontato la storia a metà.


• Oggi siamo qui per presentare un Fantasy davvero interessante dal titolo: “Il mistero di casa Bell”. Vuole parlarci lei stessa, a grandi linee, di cosa tratta e cosa troverà il lettore nella storia?


“Il mistero di casa Bell” è un Fantasy volutamente fuori dagli schemi. L’ho scritto ricalcando lo stile fiabesco delle vecchie storie popolari narrate dai nonni accanto ai focolai, per poi trasformarlo e attualizzarlo, sia nello stile che nei tempi narrativi. La storia raccontata è legata e doppio filo con l’ambiente descritto e tutti i personaggi vivono un’avventura che li trasformerà, cambiando radicalmente le loro vite. È un’avventura che si svolge in un arco temporale “elastico”, nel senso che il tempo, nel mondo descritto, non si muove con le stesse regole con cui si muove il nostro.Questa scelta rende la narrazione movimentata e mantiene alta la concentrazione del lettore. E… c’è un intricato mistero da risolvere, ma di questo non parlerò, per non svelare troppi indizi😊.


• Una storia piacevole ma abbastanza complessa con messaggi velati e non troppo, almeno questo abbiamo letto nella splendida recensione a cura del nostro Walter Bianco. Parliamo di bene e male, parliamo di un mondo malato molto similare alla realtà. Scelta voluta e studiata o casualità avvenuta durante la stesura del testo?


Nulla avviene per caso… la storia, come detto in precedenza, racconta in maniera fiabesca mondi reali che s’intrecciano con il nostro, è quindi normale che le tematiche che costituiscono la nostra vita e la legge Universale (la contrapposizione tra il bene e il male, tra il buono e il cattivo, tra la luce ed il buio etc.) siano alla base della storia narrata.


•Abbiamo due personaggi principali, Ellen e Nicolas, che ci porteranno in due tempi lontani eppure terribilmente vicini. Mi chiedevo: perché la scelta di utilizzare Nicolas, cioè proprio lui, per scoprire il mistero della scomparsa di Ellen avvenuta 200 anni prima? Come è nato questo ragazzo nella sua fantasia?


Bella domanda! Nicolas è arrivato a me ripensando alla mia adolescenza, quando trascorrevo gran parte delle mie vacanze estive in un vecchio casolare di campagna, appartenente alla mia famiglia. Nei lunghi e caldi pomeriggi d’estate spesso mi ritrovavo alla ricerca di qualcosa di clamoroso da scoprire, un mistero da risolvere! All’epoca avrei dato qualsiasi cosa per scovare in soffitta un baule come quello ritrovato da Nicolas. Finalmente, scrivendo questo libro, mi sono regalata un’antica cassa da aprire, ritrovandomi poi, con meraviglia e stupore, ad osservarne il contenuto!


• Noi lettori siamo curiosi di natura e quando parliamo di personaggi ci chiediamo quanto c’è di voi stessi in ognuno di loro? Lei si rivede in Ellen?


In realtà, io mi ritrovo più in Nicolas. Nella sua curiosità e incoscienza, e nella sua voglia di andare fino in fondo alla verità per quanto assurda, e fuori dagli schemi possa essere.


• In ogni capitolo è presente un delizioso disegno. L’obbiettivo è forse quello di portare, in maniera più reale, il lettore nella storia o semplice abbellimento del testo?


Come accennato in precedenza, le illustrazioni sono parte integrante del libro, mi hanno aiutato a focalizzare alcuni dettagli importanti nella narrazione, ed essendo io una persona che si esprime anche attraverso le immagini e la pittura non potevo tralasciarle. Il mio sogno è di vederle un giorno pubblicate a colori. Chissà…

• Molti sottovalutano questo genere, il fantasy, forse perché si presuppone che sia una lettura prettamente irreale e di puro passatempo, eppure in ogni storia noi sappiamo che c’è un messaggio o tratta temi importanti. Lei personalmente come consiglierebbe il lettore a prendere in considerazione “Il mistero di casa Bell”?


Sinceramente non sono molto brava in questo. Credo nella libertà di ogni lettore di scegliere il genere che più gli piace. Per gli amanti del genere Fantasy dico che non saranno delusi e troveranno una storia diversa dal solito, per gli studiosi del mondo invisibile, per gli amanti del piccolo popolo e in generale per tutti coloro che guardano oltre il proprio naso, dico che avranno molti spunti su cui riflettere o in cui si ritroveranno. A tutti gli altri dico che possono leggere e godere del mio libro come una semplice storia che li porterà lontano dai problemi quotidiani. Un piacevole modo per staccare la spina! Credo nella legge dell’attrazione, il mio libro arriverà a chi deve arrivare.

• Ancora dalla sua Biografia possiamo cogliere alcune informazioni che suscitano diversi quesiti legati al racconto da lei creato. Quindi le domando, quanto c’è in questo libro del suo stesso stile di vita, esperienze, vissuti e scelte personali?


Ormai dovrebbe essere abbastanza chiaro che di me e del mio stile di vita, c’è tantissimo in questo libro. C’è tanto dei miei studi al livello esoterico, tanti incontri particolari avvenuti e che avvengono tutt’ora, tanti delle mie passioni e della mia vita. La bellezza di raccontarsi senza smascherarsi palesemente.


• Concludendo, domanda a bruciapelo: nei progetti futuri oltre la pubblicizzazione del libro c’è forse il seguito di questa fantastica storia?


Chi lo sa? Non posso dire nulla, saranno i lettori a dirlo per me…


Grazie per questa bella intervista, soprattutto per le domande che mi hanno permesso di svelare un pezzetto del mio mondo e della mia realtà 😊

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Inizia con un blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: