NOVITA’ GENNAIO 2021

Salve amici lettori, vi presentiamo la lista dei libri in uscita in questo nuovo mese “Gennaio 2021″.

Tra le novità editoriali, ho selezionato per genere alcuni titoli che vi segnalo e consiglio. Vi diamo appuntamento al prossimo mese.

Buona Lettura.

Articolo a cura di Walter Bianco.

nar

La ragazza con le trecce

di Wilma Geldof  Editore: Editrice Nord / uscita : 28 Gennaio Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 41xujjzrbkl._sx328_bo1204203200_.jpg Tutto comincia nel 1941, quando un signore distinto bussa alla porta di casa Oversteegen. L’uomo ha una proposta per la giovane Freddie, che con quelle trecce e il fisico minuto dimostra anche meno dei suoi sedici anni. Nessuno sospetterebbe di lei, quindi è la candidata ideale per entrare nella resistenza contro gli occupanti tedeschi. Freddie accetta, a una condizione: non uccidere. Non vuole diventare come i mostri che combattono. All’inizio le vengono affidati compiti innocui, come trasmettere messaggi o sabotare linee elettriche. Poi, però, le regole del gioco cambiano e le viene chiesto di andare nei locali frequentati dai nazisti, farsi notare dall’obiettivo e convincerlo a seguirla in un luogo appartato, nel bosco, dove lo attenderanno i sicari dell’organizzazione clandestina. Freddie non ha dimenticato la sua promessa, eppure fa ciò che è necessario. A poco a poco, il limite che si era imposta scivola sempre più in là e lei inizia a pianificare attentati e anche a liquidare personalmente i bersagli. Sono in guerra, e in guerra tutto è permesso, perché il male deve essere estirpato a ogni costo. Ma, in un clima di sospetto e delazioni, Freddie è davvero pronta a sacrificare la sua giovinezza, la sua identità, le amicizie e, forse, anche l’amore? Ispirato dalla vera storia di Freddie Oversteegen, rimasta sconosciuta per più di settant’anni, questo romanzo rende omaggio a una donna eccezionale che ha vissuto in tempi eccezionali, e che tuttavia ha saputo preservare la sua umanità, la sua voglia di vivere, il suo desiderio di amare e di essere amata.

L’estate che perdemmo Dio

di Rosella Postorino Editore: Feltrinelli / uscita : 14 Gennaio                       RIPROPOSTA Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 41kpaez-yzl._sx323_bo1204203200_.jpg Salvatore Silvestro, il padre. Laura, la madre. Margherita, la figlia più piccola. E Caterina, la figlia maggiore. Nella mente di Caterina ormai dodicenne continua a risuonare l’urlo della zia, quella notte di tre anni fa giù a Nacamarina. L’urlo che annunciava il ‘focu’, la sciagura. Dopo quella notte, per salvarsi, la famiglia Silvestre è dovuta fuggire. In Altitalia. Dove ha conosciuto l’esilio, e anche una insperata libertà. Adesso qui, al Nord, arriva la notizia di un’altra sciagura. La morte di zio ‘Ntoni. Salvatore deve separarsi dalla moglie e le figlie – loro cosi uniti – e tornare nel luogo in cui è nato, per il funerale. Il romanzo alterna il tempo dell’oggi, in cui Laura e le bambine spiano ansiose il viaggio di Salvatore, costretto a fare i conti con le proprie radici, e il tempo del ricordo: la fuga, l’arrivo nel nuovo mondo, lo spaesamento…

jj

Basta un caffè per essere felici 

di Toshikazu Kawaguchi  Editore: Garzanti / uscita: 7 Gennaio Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 41retegv0l._sx332_bo1204203200_.jpg Accomodati a un tavolino. Gusta il tuo caffè. Lasciati sorprendere dalla vita.   L’aroma dolce del caffè aleggia nell’aria fin dalle prime ore del mattino. Quando lo si avverte, è impossibile non varcare la soglia della caffetteria da cui proviene. Un luogo, in un piccolo paese del Giappone, dove si può essere protagonisti di un’esperienza indimenticabile. Basta entrare, lasciarsi servire e appoggiare le labbra alla tazzina per vivere di nuovo l’esatto istante in cui ci si è trovati a prendere una decisione sbagliata. Per farlo, è importante che ogni avventore stia attento a bere il caffè finché è caldo: una volta che ci si mette comodi, non si può più tornare indietro. È così per Gotaro, che non è mai riuscito ad aprirsi con la ragazza che ha cresciuto come una figlia. Yukio, che per inseguire i suoi sogni non è stato vicino alla madre quando ne aveva più bisogno. Katsuki, che per paura di far soffrire la fidanzata le ha taciuto una dolorosa verità. O Kiyoshi, che non ha detto addio alla moglie come avrebbe voluto. Tutti loro hanno qualcosa in sospeso, ma si rendono presto conto che per ritrovare la felicità non serve cancellare il passato, bensì imparare a perdonare e a perdonarsi. Questo è l’unico modo per guardare al futuro senza rimpianti e dare spazio a un nuovo inizio.

I lanciafiamme 

di Mariapia Veladiano Editore: Guanda / uscita: 21 Gennaio Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 41ztuq8j5el._sx328_bo1204203200_.jpg Incontriamo zia Camilla sulla piazza di un piccolo paese non lontano dal lago di Garda e dal corso dell’Adige. Per le borsette e i cappellini tutti la chiamano la Regina, e in effetti nel portamento assomiglia alla regina d’Inghilterra, con qualche stranezza in più. Qualcuno l’ha fatta sedere sulle pietre della fontana dove la raggiunge la nipote Andreina, e un pezzo di realtà di zia Camilla si ricompone. È l’esordio, così lo chiamano, di una malattia che si è manifestata a poco a poco, a giorni alterni, finché il mondo fuori l’ha vista e da quel momento è esistita per tutti, anche per lei. Zia Camilla è sempre vissuta in campagna tra fiori, galline e gli amati orologi, nella grande casa dove la nipote è cresciuta con lei e con zio Guidangelo. Ora Andreina, che è moglie e madre mentre la zia di figli non ne ha avuti, l’assiste affettuosamente e intanto racconta in prima persona il presente e il passato delle loro vite. Una narrazione viva ed energica, come zia Camilla è sempre stata e continua a essere. Intorno e insieme a loro, parenti, amiche, altre zie, donne venute da lontano che hanno un dono unico nel prendersi cura, tutte insieme per fronteggiare questo ospite ineludibile, il «signor Alzheimer», senza perdere mai l’allegria. Perché zia Camilla riesce a regalare a tutte loro la vita come dovrebbe essere, giorni felici, fatti di quel tempo presente che ormai nessuno ha più, e per questo ricchi di senso.

Il palazzo delle donne 

di Colombani Laetitia Editore: Editrice Nord  / uscita :  21 Gennaio Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 41k1u1f1jvl._sx335_bo1204203200_.jpg “Qui sei benvenuta. Qui sarai protetta. Qui troverai molto più di ciò che cercavi”. È il coraggio a spingere la giovane Blanche a voltare le spalle a una vita di agi per lanciarsi nella più logorante delle battaglie: quella contro la povertà, la fame e l’umiliazione. A sette anni dalla fine della Grande Guerra, Parigi è ancora in ginocchio. Eppure Blanche si rende conto che alla metà dei bisognosi è negato ogni aiuto: tutti gli sforzi, infatti, sono rivolti agli uomini; nessuno tende la mano alle donne che ogni giorno mendicano agli angoli delle strade, si privano del cibo per sfamare i propri bambini e dormono all’addiaccio per sfuggire ai mariti violenti. Per Blanche, quella è un’ingiustizia intollerabile. E, quando viene a sapere che in rue de Charonne è in vendita un intero palazzo, combatterà fino all’ultimo per regalare un luogo sicuro a tutte le donne in difficoltà… È la disperazione a portare Solène al Palazzo delle Donne. Avvocato di successo, Solène è crollata il giorno in cui un suo cliente si è gettato dalla finestra del tribunale. Come parte della terapia, lo psicologo le ha suggerito il volontariato, così lei ha scelto di aiutare le donne che hanno trovato rifugio tra le mura di quel grande edificio in rue de Charonne. Qui, entra in contatto con un mondo lontanissimo da lei, fatto di miseria, di sfruttamento, di perdita. Ma anche di condivisione, di resilienza e di riscatto. A poco a poco, Solène capisce di non essere tanto diversa dalle ospiti del Palazzo: come lei, pure loro sono state sconfitte dalla vita. Però non si arrendono e continuano a lottare per un futuro migliore, traendo forza l’una dall’altra, come legate da un filo invisibile di solidarietà e comprensione. E sarà proprio quel filo ad avvolgere anche il cuore di Solène e a cambiare per sempre la sua esistenza. eee

C’eravamo tanto odiati

Editore: Newton Compton / uscita: 7 Gennaio Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 51l58sfm5rl.jpg Olivia Ferrari è una cattiva ragazza. Arrogante, narcisista e libertina, cambia uomini come fossero calzini e guarda il resto del mondo dall’alto in basso, forte del suo successo e della sua popolarità. Olivia, infatti, conduttrice di Questa Mattina, un programma televisivo di successo, è anche appena stata eletta la presentatrice più sexy d’Italia. La sua incrollabile autostima subisce un brusco affronto, però, quando Andrea Fabbri, un aitante health coach ospite del programma, declina le sue avances. L’umiliazione subita è pari solo alla curiosità: chi è quel ragazzo che ha osato rifiutarla? Decisa a dimenticare l’incidente, Olivia si trova costretta a rivedere i suoi piani quando Andrea viene assunto come co-conduttore di «Questa Mattina»: il ragazzo ha bucato lo schermo e affascinato le spettatrici da casa, così la direzione del canale ha deciso di assumerlo e farne una nuova star TV, una stella così lucente che potrebbe offuscare quella di Olivia… Tra schermaglie, colpi bassi e batticuore, una commedia sentimentale, romantica e brillante da non perdere.

La casa della seta

Editore: Newton Compton  / USCITA : 7 Gennaio Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 51nnw0shygl.jpg L’insegnante Thea Rust, al suo ar­rivo in un esclusivo collegio nella campagna britannica, non ha idea di quello che la aspetta. Da oltre centocinquanta anni, infatti, la “Casa della seta” è un rifugio per ragazze in difficoltà. È un anti­co edificio dal passato travagliato, dove le ombre nascondono più mi­steri di quanti lei possa immagina­re. Thea ancora non lo sa, ma il suo destino sta per intrecciarsi con la sua storia. È la fine del 1700 e Ro­wan Caswell lascia il suo villaggio per lavorare nella casa di un mer­cante di seta inglese. Si tratta di un mondo del tutto nuovo per lei, e il suo talento erboristico attira fin da subito pericolose attenzioni. Negli stessi anni a Londra, Mary-Louise Stephenson sogna di di­ventare una designer di seta, un lavoro, fino a quel momento, ap­pannaggio degli uomini. Porta con sé uno scampolo di stoffa prezio­sissima, con un intricato motivo floreale, destinato a cambiare il suo destino.

yyy

Questo giorno che incombe

di Antonella Lattanzi  Editore: HarperCollins Italia / USCITA: 14 Gennaio Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 51xfkxymlkl.jpg Qui saremo felici. Francesca lo pensa mentre sta per varcare il cancello rosso fuoco della sua nuova casa. Accanto a lei c’è Massimo, suo marito, e le loro figlie, ancora piccole. Si sono appena trasferiti da Milano a Giardino di Roma, un quartiere a metà strada tra la metropoli e il mare. Hanno comprato casa in un condominio moderno e accogliente, con un portiere impeccabile e sempre disponibile, vicini gentili che li accolgono con visite e doni, un appartamento pieno di luce che brilla in tutte le stanze. Il posto perfetto per iniziare una nuova vita. Perché Francesca è giovane, è bella, è felice. E, lo sa, qui a Giardino di Roma sarà libera. Eppure qualcosa non va. Dei dettagli cominciano a turbare la gioia dell’arrivo. Piccoli incidenti, ombre, che hanno qualcosa di sinistro. Ma sono reali o Francesca li sta solo immaginando? Appena messo piede nella nuova casa Massimo diventa distante, Francesca passa tutto il tempo sola in casa con le bambine e non riesce più a lavorare né a pensare. Le visite dei vicini iniziano a diventare inquietanti, sembra impossibile sfuggire al loro sguardo onnipresente. A poco a poco il cancello rosso che difende il condominio si trasforma nella porta di una prigione. E così, intrappolata nella casa, Francesca comincia a soffrire di paranoia e vuoti di memoria. Sempre più sola e piena di angosce, ha l’impressione che la casa le parli, che le dia consigli, forse ordini. Le amnesie si fanno sempre più lunghe e frequenti. Finché un giorno, dal cortile, arriva un grido. È scomparsa una bambina. Può essere sua figlia? E perché Francesca, ancora una volta, non sa cosa ha fatto nelle ultime ore? Liberamente ispirato a un episodio di cronaca avvenuto a Bari nel palazzo dove l’autrice è cresciuta, Questo giorno che incombe è un romanzo unico, bellissimo e prismatico, capace di accogliere suggestioni che vanno da Kafka a King, da Polanski a Dostoevskij, di attraversare più generi, dal thriller alla storia d’amore, di riflettere sulla maternità e le sue angosce, di parlare del male e del dubbio, e capace di riscrivere, tra realtà e finzione, una storia vera. Antonella Lattanzi ha già indagato gli abissi e le pieghe dell’animo umano in Devozione e Una storia nera, e adesso torna a farlo con il suo libro più importante.

Luce della notte 

di Ilaria Tuti Editore: Longanesi / USCITA: 14 Gennaio Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 51urlowyo8l._sx328_bo1204203200_.jpg Chiara ha fatto un sogno. E ha avuto tantissima paura. Canta e conta, si diceva nel sogno, ma il buio non voleva andarsene. Così, Chiara si è affidata alla luce invisibile della notte per muovere i propri passi nel bosco. Ma quello che ha trovato scavando alle radici dell’albero l’ha sconvolta. Perché forse non era davvero un sogno. Forse era una spaventosa realtà. Manca poco a Natale, il giorno in cui Chiara compirà nove anni. Anzi, la notte: perché la bambina non vede la luce del sole da non sa più quanto tempo. Ci vuole un cuore grande per aiutare il suo piccolo cuore a smettere di tremare. È per questo che, a pochi giorni dalla chiusura di un faticosissimo e pericoloso caso e dalla scoperta di qualcosa che dovrà tenere per sé, Teresa Battaglia non esita a mettersi in gioco. Forse perché, nonostante tutto, in lei batte ancora un cuore bambino. Lo stesso che palpita, suo malgrado, nel giovane ispettore Marini, dato che pur tra mille dubbi e perplessità decide di unirsi al commissario Battaglia in quella che sembra un’indagine folle e insensata. Già, perché come si può anche solo pensare di indagare su un sogno? Però Teresa sa, anzi, sente dentro di sé che quella fragile, spaurita e coraggiosissima bambina ha affondato le mani in qualcosa di vero, di autentico… E di terribile.

Alla larga dal Texas

di  Jim Thompson Editore: Amazon Crossing / USCITA: 15 Dicembre Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 51wstmdqlsl.jpg In un Texas in cui l’unica cosa luminosa è il sole, prende corpo il minuetto morboso del classico triangolo lui, lei e l’altra, tra gioco d’azzardo, dissoluzione morale, opulenza debosciata e violenza senza freni.
ee

Il Macellaio di Cleveland

di D. M. Pulley  Editore: Amazon Crossing / USCITA: 26 Gennaio                                              Formato E-BOOK Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 51k6uzqxojl.jpg
Due donne lontane nel tempo sulle tracce del più spietato serial killer di Cleveland Cleveland, 1932: nel pieno della Grande Depressione, un serial killer conosciuto come il Macellaio terrorizza i bassifondi della città. Ethel Harding, una prostituta dal passato buio che cerca soltanto di sopravvivere, trova rifugio in una missione… ma la facciata religiosa nasconde oscuri segreti, ed Ethel potrebbe non uscirne viva. Sessant’anni dopo, i resti del corpo martoriato di Alfred Wiley vengono rinvenuti nei boschi. Kris, la figlia, non può accettare la dura verità che la polizia continua a sbatterle in faccia. Finché innominabili segreti cominciano a svelarsi: un detective sulle tracce del padre, un sito web dedicato agli omicidi di un serial killer degli anni Trenta, archivi scomparsi, libri rubati, una missione abbandonata… Separate da decenni di distanza, Ethel e Kris si trovano entrambe sulle tracce del più noto serial killer di Cleveland. E per scoprire la verità entrambe mettono in gioco la vita.

Il mistero della pittrice ribelle

di Chiara Montani Editore: Garzanti   / USCITA: 7 Gennaio Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 51x3po635zl.jpg Il fascino della Firenze dei Medici. Un affresco maledetto. Una verità perduta. Firenze 1458. Lavinia, ferma davanti alla tela, immagina come mescolare i vari pigmenti: il rosso cinabro, l’azzurro, l’arancio. Ma sa che le è proibito. Perché una donna non può dipingere, può solo coltivare di nascosto il sogno dell’arte. Fino al giorno in cui nella bottega dello zio arriva Piero della Francesca, uno dei più talentuosi pittori dell’epoca. Lavinia si incanta mentre osserva la sua abile mano lavorare all’ultimo dipinto, La flagellazione di Cristo. L’artista che ha di fronte è tutto quello che lei vorrebbe diventare. E anche l’uomo sembra accorgersene nonostante il contegno taciturno e schivo. Giorno dopo giorno, Lavinia capisce che la visita di Piero nasconde qualcosa. Del resto sulle sponde dell’Arno sono anni incerti: il papa è malato e sono già cominciate le oscure trame per eleggere il suo successore. E Piero sa più di quello che vuole ammettere. Il sospetto di Lavinia acquista concretezza quando lo zio viene ingiustamente accusato dell’uccisione di un uomo e Piero decide di indagare. Ma Lavinia questa volta non vuole restare in disparte. Grazie alla vicinanza dell’artista, che fa di tutto per proteggerla, per la prima volta comincia a guardare il mondo con i propri occhi. Perché lei e Piero sono entrati in un quadro in cui ogni pennellata è tinta di rosso sangue e ogni dettaglio è un mistero che arriva da molto lontano. Perché la pittura è un’arte magnifica, ma può celare segreti pericolosi. Chiara Montani trascina il lettore per le vie della Firenze rinascimentale e tra le opere di Piero della Francesca, un artista che ha fatto la storia della pittura. Lo immerge nella vita di una giovane donna che vede le sue ambizioni soffocate dalle leggi non scritte del tempo. Lo cattura in un vorticoso susseguirsi di eventi in cui le ragioni dell’arte si intrecciano con quelle della politica e della religione. Un esordio che rimbomba come un tuono. yy

Inconfutabili prove dell’esistenza di Babbo Natale. L’incredibile caso di Anna Nera 

di Alessandro Corea Editore: La Torre dei Venti edizione / USCITA : 1 Gennaio Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 413bhfuxlpl._sx360_bo1204203200_.jpg Nel dicembre 2020 in un villaggio nelle Alpi francesi, poco prima di Natale, Johnny Morel verso mezzanotte bussa alla porta del dottor Cristopher, psichiatra londinese di successo che ha abbandonato il suo studio di Londra per rinchiudersi in solitudine a Saint-Véran. Morel non è ben accolto, Cristopher dopo avere ascoltato la richiesta di aiuto del suo visitatore lo butta letteralmente fuori di casa. Ma i fantasmi del passato del medico tornano a galla e una crisi di panico lo assale a pochi giorni dal Natale. Una fiaba gotica-natalizia che catapulta il lettore in un racconto che ha il sapore dell’Ottocento inglese.

I pirati di Venere

di Edgar Rice Burroughs Silvia Cecchini (Traduttore)  Editore: Parole d’Argento Edizioni / USCITA: 1 Gennaio                       N.b: solo in formato e-book Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 41quxv7ikwl.jpg Questo primo romanzo del Ciclo di Venere, del 1934, opera meno famosa dell’autore di Tarzan si inserisce nel filone della costruzione di un mondo utopico/distopico, filone iniziato da H. G. Wells nella Macchina del Tempo nel 1902. In questo caso la società abita su Venere, pianeta che, a causa della fitta coltre di nubi, è stato sempre sconosciuto ai vari astronomi e scienziati, e ipotizzato come inadatto alla vita. Lo stesso autore ha scritto altri cicli di romanzi di fantascienza, come il ciclo di Pellucidar e il ciclo di Marte. I suoi romanzi ricoprono un posto importante nella storia della fantascienza e offrono vari spunti di riflessione.

Nato per essere il numero 1

di Matteo Mancini  Editore: Delos Digital  / USCITA : 19 Gennaio                     N.B.  solo in formato E-BOOK Fantascienza – racconto lungo (27 pagine) – Nel futuro le guerre di religione si combatteranno sul campo di calcio. Ma non saranno meno cruente. Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 51wlquj-bpl.jpg In un imprecisato futuro, successivo agli accordi di pace conseguenti al termine della Terza Guerra Mondiale, le partite di calcio diventano vera e propria occasione di battaglia. Violenze e scontri di religione sono traslati sul rettangolo di gioco con una funzione catartica che esorcizza la rabbia popolare proiettandola sui giocatori. I confronti vengono arbitrati da uomini armati, e vanno in scena in campi delimitati da lingue di fuoco, contornati da tribune che riproducono lo stile delle arene romaniche. La morte è l’unica regola di queste partite. La vittoria è il responso di un volere divino che garantisce la superiorità di una religione sull’altra. Jorge Campuita, disilluso e vecchio portiere consumato dai rimpianti e da un dolce passato evaporato nel nulla, ha l’ultima occasione per chiudere in grande stile la propria carriera.

hhh

La sola colpa di essere nati

Gherardo ColomboLiliana Segre 
Editore: Garzanti  / USCITA: 21 Gennaio
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 41xs1w7gycl.jpg
«Per me è molto importante sentirmi sulla tua stessa strada. Perché hai vissuto ciò che io ho solo letto, e perché avendolo vissuto non hai assecondato l’istinto di rispondere all’odio con l’odio.» «Non abbiamo bisogno di eroi, serve però tenere sempre viva la capacità di vergognarsi per il male altrui, di non voltarsi dall’altra parte, di non accettare le ingiustizie.» Liliana Segre ha compiuto da poco otto anni quando, nel 1938, con l’emanazione delle leggi razziali, le viene impedito di tornare in classe: alunni e insegnanti di «razza ebraica» sono espulsi dalle scuole statali, e di lì a poco gli ebrei vengono licenziati dalle amministrazioni pubbliche e dalle banche, non possono sposare «ariani», possedere aziende, scrivere sui giornali e subiscono molte altre odiose limitazioni. È l’inizio della più terribile delle tragedie che culminerà nei campi di sterminio e nelle camere a gas. In questo dialogo, Liliana Segre e Gherardo  Colombo ripercorrono quei drammatici momenti personali e collettivi, si interrogano sulla profonda differenza che intercorre tra giustizia e legalità e sottolineano la necessità di non voltare mai lo sguardo davanti alle ingiustizie, per fare in modo che le pagine più oscure della nostra storia non si ripetano mai più.

“Generosity”

di  Gianluigi Recuperati Editore:  PIEMME  / USCITA: 12 Gennaio Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 41eehenjmjl.jpgBOWIE, PER ME, È SOPRATTUTTO UN MAESTRO RELIGIOSO DI GENEROSITÀ. UN MAESTRO CHE PARLA PER MIRACOLI – LE CANZONI.” David Robert Jones è stato un artista unico, ma la sua unicità – a differenza di altre rockstar – non si è basata su un modello tolemaico dell’ego, ma su una costellazione, su un arcipelago di incontri, relazioni, ispirazioni, modelli, amici, eroi e avventure. Tutte le persone più vicine al Duca Bianco, scomparso 5 anni fa, ne hanno sempre elogiato la peculiare generosità. D’altronde Bowie è quel tipo di persona che all’apice della fama appena conquistata ha dedicato immediatamente risorse, tempo ed energie per tirare fuori dal pantano emotivo esistenziale due tra i suoi miti, Iggy Pop e Lou Reed. La generosità non è dare un pezzo di ciò che si ha. È dare più di quanto si ha. Contraendo un debito con l’essere, si produce un’energia meravigliosa che funziona quasi come un pilota automatico. Inoltre, nel cuore del libro, l’autore ha inserito un vero e proprio racconto lungo in cui ha ridato vita a Nathan Adler, uno dei tanti alter ego di Bowie, rendendolo un antieroe nella “guerra finanziaria” del nostro tempo. Uno scrittore visionario come Gianluigi Ricuperati interpreta il mito di David Bowie sotto la lente delle vite dei santi, con uno stile originalissimo, insieme emotivo e cerebrale. La storia del Duca Bianco, delle sue mille trasformazioni, delle sue canzoni e dei libri che ha letto attraverso gli episodi di generosità che costellano gli anni terreni di David Robert Jones, l’uomo delle stelle, il pensatore segreto, l’icona gender fluid, il crooner, l’attore, il pittore, il collezionista……
childrens-literature-1-638

La regina del nulla

di Holly Black Editore: Mondadori / USCITA: 12 Gennaio Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 51dursldxsl.jpg Lui porterà la corona e il trono alla distruzione Il potere è più facile conquistarlo che mantenerlo: un’amara lezione che Jude ha dovuto imparare sulla propria pelle dopo aver accettato di liberare dal suo controllo Cardan, il re malvagio, in cambio di un potere sconfinato. Ora la ragazza, Regina degli Elfi esiliata e mortale, ancora sconvolta dal tradimento di Cardan, attende solo il momento in cui potrà riprendersi ciò che lui le ha sottratto. L’occasione propizia si presenta grazie a Taryn, la sua gemella, la cui vita mortale è in pericolo. Per salvarla Jude sarà infatti costretta a fare ritorno alla corte del re e a fare i conti con i sentimenti che prova per lui. Ma nulla è come lo ha lasciato. Una guerra feroce è in arrivo e Jude finisce per esserne coinvolta. Quando poi un maleficio potente e fino a quel momento silente si diffonde, generando il panico ovunque, sarà costretta a scegliere tra la sua ambizione e la sua umanità.

Cenere e scintilla

di Lindsey Kelk  Editore: HarperCollins Italia / USCITA : 28 Gennaio Età di lettura: da 6 anni. Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 51900tnhi6l._sx325_bo1204203200_.jpg Cenere, il suo cane parlante Scintilla, un cavallo chiamato Cacio e Hansel (che per caso, anzi di proposito, ha mangiato un pezzo della casa di marzapane della strega), continuano il loro viaggio verso il Paese delle Fate. Ma anche al più impavido degli avventurieri viene fame e quando il quartetto si ferma al mercato per pranzo, seguono calamità e caos. Cenere viene rapita da un avido goblin, Cacio viene trasformato in un topo e Igor, la fata madrina di Cenere, si unisce al Principe Gastone per salvarla. Riuscirà Cenere a scappare dal perfido goblin? E soprattutto, riuscirà a sfuggire al Cacciatore che è sulle sue tracce?

Invisibile (Ediz. a colori

Editore: Nomos Edizioni  / USCITA : 20 Gennaio Età di lettura: da 4 anni. Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 51ya2xiiv2l._sy445_bo1204203200_.jpg Il mondo riesce a dire in molti modi diversi che “questo non è il tuo posto”. “Invisibile” è la storia di una ragazzina di nome Isabel e della sua famiglia: non hanno molto, ma si vogliono molto bene e hanno quello che serve per tirare avanti. Finché un giorno non hanno abbastanza soldi per pagare l’affitto e le bollette e devono lasciare la loro casa piena di ricordi felici e trasferirsi dall’altra parte della città. È la storia di una ragazza che decide di fare una delle cose più difficili che si possano fare… la differenza. Ed è la storia di tutti coloro che sono trascurati nella nostra società – portati a sentirsi invisibili – mentre ognuno di noi ha diritto a un posto qui.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: