NOVITA’ OTTOBRE

Salve amici lettori, vi presentiamo la lista dei libri in uscita in questo nuovo mese “Ottobre 2020″.

Tra le novità editoriali, ho selezionato per genere alcuni titoli che vi segnalo e consiglio. Vi diamo appuntamento al prossimo mese.

Buona Lettura.

Articolo a cura di Walter Bianco.

nar

La speranza di Sophia

di Corina Bomann Editore: GIUNTI / uscita : 14 Ottobre Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 51vq9nbdegl._sx324_bo1204203200_.jpg Berlino, 1926. Sophia ha solo vent’anni ma la sua vita è già un cumulo di macerie. Il suo primo amore è finito in uno scandalo, suo padre non vuole più vederla e lei non può più permettersi di studiare chimica all’università. La giovane fugge a Parigi e qui, quasi magicamente, il suo destino si incrocia con quello di Helena Rubinstein, ambiziosa imprenditrice nel mondo del make-up, che riconoscendo il suo talento decide di darle una chance. Sophia la seguirà a New York, accompagnandola nel suo percorso verso il successo e nella agguerrita concorrenza con Elizabeth Arden. Ma in cambio Helena le chiederà assoluta dedizione e un prezzo molto alto da pagare: non sposarsi per almeno 10 anni. Proprio adesso che il cuore di Sophia si è appena riaperto all’amore…

Le inseparabili

di Simone de Beauvoir Editore: Ponte alle Grazie / uscita : 21 Ottobre Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 51aevpjwgal._sx332_bo1204203200_.jpg Nel settembre del 1917, in una Parigi sotto la guerra, una bambina di nove anni torna a scuola dopo le vacanze. Nel banco accanto al suo c’è una nuova allieva dall’aria selvatica, che sembra avere modi molto diversi dalle altre compagne e le rivolge la parola con una franchezza mai conosciuta prima. Inizia così, con un incipit tra i più classici della narrativa a tema adolescenziale, la storia dell’amicizia intensa tra Sylvie e Andrée, nomi fittizi dietro cui è possibile indovinare il profilo di Simone De Beauvoir bambina e della sua grande amica Élisabeth Lacoin. Così comincia “Le inseparabili”, il romanzo di una grande e reale amicizia: ritrovato fra le carte di Simone De Beauvoir, che in vita decise di non pubblicarlo ma, a differenza di altre opere, non lo ha mai distrutto. La sua uscita il prossimo autunno in Francia e in Italia ha fatto parlare di sé la stampa mondiale.

Al centro del mondo

di Alain Elkann Editore: Bompiani / uscita: 7 Ottobre Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 51d790r3zsl._sx355_bo1204203200_.jpg Incontriamo Edmond Bovet-Maurice una mattina di maggio, nel suo appartamento parigino, a colloquio con la governante: deve scegliere l’abito adatto per la giornata, fa già caldo, forse è ingrassato un po’ perché è goloso. Ha sessantasette anni, gliene mancano tre alla pensione, è un uomo di successo, affascinante, elegante: direttore di un grande museo sempre al centro dell’attenzione del mondo, ha fatto di una deliberata vaghezza la sua chiave di conquista di donne e uomini, ma sul lavoro è attento, rapace, sempre teso verso nuove conquiste. Il suo più grande desiderio è di entrare a far parte dell’Accademia di Francia. Si è dato molto da fare per questo, tessendo con garbo e determinazione una rete di relazioni utili. Ma in questo umido giorno di maggio tutto sembra premergli addosso: il pensiero doloroso della relazione finita con Odile, che la presenza della vivida Saskia non riesce a dissipare; un neo sul fianco, che sembra minaccioso e richiede una visita medica immediata. E poi la rivelazione: nei salotti parigini, nelle alcove intellettuali si mormora, si sussurra, si sostiene che all’Accademia lui non entrerà, a causa di una serie di macchie sulla reputazione della nonna e della madre. Tra memorie personali e memorie contraffatte, dicerie e verità, il viaggio velocissimo di un uomo ambizioso si compie nell’arco di un solo giorno. Un romanzo breve sulla brevità dei destini umani. jj

Costanza e buoni propositi

di Alessia Gazzola Editore: Longanesi / uscita : 12 Ottobre Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 41r50duyt5l-1.jpg Tutto avrebbe pensato, ma non di fare la paleontologa dopo la laurea in medicina. Non di vivere a Verona, così distante da Messina, la sua casa. Non di avere una figlia piccola a carico, la buffa Flora. Non di rintracciare il padre della suddetta figlia dopo svariati anni, di scoprirlo affascinante come quando l’aveva conosciuto e di vederlo perfetto con Flora. Non di scoprire di provare ancora qualcosa per il suddetto padre. Non di poter vantare una discreta collezione di situazioni ed esperienze imbarazzanti. La vita di Costanza Macallè può dirsi, insomma, abbastanza travagliata. Ma la trentenne dai capelli rossi ribelli e con il cappotto troppo leggero per l’inverno del nord, può contare su pochi, ma buonissimi assi nella manica che la aiutano ad affrontare giorno dopo giorno le sfide della vita: i colleghi dell’Istituto di Paleopatologia, la sorella Antonietta, un’innata capacità di rialzarsi a ogni caduta, la consapevolezza di poter contare sulle proprie forze e l’ostinata determinazione di chi sa cavarsela anche con poco. La nuova vita che Costanza aveva appena iniziato a costruire potrebbe, però, essere sul punto di cambiare un’altra volta. Il lavoro di medico è ancora in cima alla sua lista dei desideri e Marco, il padre di Flora, è ancora in procinto di sposarsi. Costanza dovrà quindi confrontarsi con importanti decisioni da prendere, cuori poco inclini ad ascoltare il cervello e un sito archeologico milanese che porta alla luce un incredibile mistero dal passato medievale della città… Come al solito, per poter affrontare tutto, ci vuole Costanza.

Tutto accade per una ragione

di Anna Dalton Editore: Garzanti / uscita : 1 Ottobre Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 41gybtkq4ql._sx329_bo1204203200_.jpg La meta è lì, a un passo. Per raggiungerla basta superare gli esami finali al Longjoy College e diventare una giornalista. Per Andrea questo significa realizzare il suo più grande sogno, ma soprattutto poter infine seguire le orme di sua madre che le manca ogni giorno di più. Ma proprio ora che dovrebbe concentrarsi solo sullo studio, non fa altro che pensare alla lettera in cui la donna le rivela di averle lasciato qualcosa di importante, senza darle indizi. Andrea sa che c’è un unico luogo da cui cominciare a cercare: Dublino. Dove affondano le sue radici, senza le quali non può spiccare il volo. Decide allora di partire per l’Irlanda con la scusa della tesi di laurea, anche se non sono ragioni di studio a spingerla. È un azzardo. Andrea sa bene che la competizione tra i suoi colleghi è altissima, e che non può fare passi falsi. Ma capire cosa vuole dirle sua madre è troppo importante. Talmente importante da spingerla a mentire per la prima volta a quella che ormai è la sua famiglia d’adozione, i suoi amici Marilyn, Andre… e Joker. Adesso che non hanno più paura del loro amore, lui non sarà felice di essere messo da parte. Andrea è di nuovo la ragazza dubbiosa e fragile del primo anno di college. È di nuovo la bambina che ha perso troppo presto l’affetto della madre. Questa è la ferita che deve curare per capire davvero chi è. E deve farlo da sola. Anche se sola non è mai, perché un foglio di carta e una penna sono sempre lì con lei. Il suo scudo, la sua forza. La sua vita.

Il medesimo mondo

di Sabina Ragucci Editore: Bollati Boringhieri / uscita: 1 Ottobre Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 51okmnfctul._sx327_bo1204203200_.jpg È un destino implacabile quello che segna la famiglia Mogliano, a partire dal capostipite Pietro, ricco proprietario di terre coltivate a tabacco ma andato in rovina durante il fascismo, fino ad Angelo e sua moglie Teresa, emigrati in Germania negli anni del boom, e alla loro figlia, Roberta, nata con le malformazioni congenite dovute al talidomide. Tutti legati tra loro da quelle infelicità particolari che a volte sono misteriosamente i frutti comuni di uno stesso albero genealogico. Quando la tragedia colpirà da vicino la sua famiglia, la piccola Roberta verrà affidata alla nonna paterna, mentre il padre Angelo ? risposatosi con Lia, una giovane vedova ? continuerà a lavorare in Germania, proseguendo la propria vita di uomo sradicato, senza altro obiettivo che non sia il denaro. La famiglia si riunisce quando Roberta ha ormai dieci anni, a Milano, dove la ragazzina scopre le durezze della madre adottiva e dell’ambiente nel quale diventerà una giovane donna. Vittima e allo stesso tempo complice, Roberta vive sospesa, come tutti i protagonisti, tra due epoche storiche e due nazioni che, nonostante le differenze apparenti, spingono i personaggi a vivere immersi dentro gli stessi meccanismi di sopraffazione e sopravvivenza: il medesimo mondo, appunto. Con una scrittura estremamente lucida, capace di filtrare ogni emozione, Sabrina Ragucci scrive un libro attraversato dalla nitidezza che soltanto uno sguardo inesorabile, abituato a scandagliare la realtà, può restituire. eee

La lettera d’oro

di Lena Manta Editore: GIUNTI / USCITA : 7 Ottobre Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 51zrh8lu-xl._sx319_bo1204203200_.jpg Crisafenia ha gli occhi color dell’oro, proprio come quelli della nonna di cui porta il nome e che non ha mai conosciuto. Cresciuta in Germania ma vissuta in molti luoghi diversi, approda ad Atene quando eredita un cospicuo patrimonio e una vecchia casa in rovina. Durante i lavori di ristrutturazione, nascosta sotto al pavimento della camera dei nonni, Fenia trova una scatola di latta per biscotti, arrugginita e tutta coperta di polvere, che contiene un mucchio di lettere e un paio di eleganti orecchini. Una vera e propria corrispondenza d’amore, che appartiene, però, a mittenti ed epoche diverse; un mistero che si infittisce lettera dopo lettera. L’unico modo che Fenia ha per scoprire la verità è convincere qualcuno dei suoi “nuovi” parenti a raccontarle tutta la storia. Per fortuna, Melpo, la cugina di sua madre, si rivela una donna gioviale e molto loquace e così il racconto comincia..

Il nostro posto

di Miriam Tocci Editore: Amazon Publishing  / USCITA: 6 Ottobre Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 419vcfvy80l.jpg Erin è carismatica e sicura di sé. A Roma, è il direttore creativo di un’agenzia pubblicitaria irlandese. Nella vita privata, però, si sente fuori posto e si consola con la musica e l’affetto delle sue spassose amiche: Elena e Lisa. Una sera, in un locale della movida romana incontra Kian, un famoso cantautore irlandese. Bello e affabile, è sempre circondato da donne. La musica è la sua vita, ed è stato proprio un calo d’ispirazione a portarlo nella Città Eterna. L’attrazione fra i due è immediata e passionale, ma il peso di un passato rimasto a lungo nascosto crea in Erin incertezze. Anche lei ha nel sangue l’Irlanda, e un viaggio di lavoro a Dublino la porta a scoprire di più sulla propria vita. La magica Terra di smeraldo farà da cornice a incontri inaspettati e a soluzioni inimmaginabili. A ritmo di musica, Erin e Kian riusciranno a sciogliere gli antichi nodi, e a legare il passato con il presente per trovare il proprio posto nella vita?

Tu che salvi per tua grazia

di Rosa J. Shalott Editore: CIGNONERO  / USCITA: 1 Ottobre Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 51x-nd0a1gl.jpg Veneto 1786. Quando il giovane Gabriele Van Etienne torna in patria dopo aver fatto fortuna, sa che il compito che lo attende non sarà semplice: il suo progetto di aprire un convitto destinato a istruire i figli delle classi più disagiate, si scontra da subito con la diffidenza della cittadina in cui è nato, e che lo ha visto affamato e in miseria, proprio come i ragazzi a cui vuole dare la possibilità di costruirsi un futuro diverso. Ma c’è qualcuno che quel futuro lo desidera, anche se non ne avrebbe il diritto: Emone. A dispetto del nome, Emone è una femmina. Una ragazzina arruffata, scalza, sporca, probabilmente orfana, testarda e dall’intelligenza pronta. Gabriele vede in lei qualcosa, una scintilla che lo spinge a scavalcare le convenzioni e a prenderla con sé per permetterle di studiare come i suoi coetanei maschi. Ed Emone, col passare degli anni, da animaletto selvatico e scostante, diventa una giovane donna dal talento straordinario: il pianoforte è lo strumento attraverso cui si esprime, la musica è il linguaggio tenero e segreto che usa per comunicare con Gabriele. La gratitudine e l’affetto che la fanciulla prova per il suo tutore si trasformano presto in un sentimento muto, complesso, impossibile da spiegare a parole. Un sentimento ricambiato. Inizia così una storia d’amore inafferrabile e profondissima che durerà anni, e che li vedrà, Gabriele ed Emone, perdersi e ritrovarsi più volte, vittime inconsapevoli di una società destinata a sfaldarsi e a cambiare per sempre il volto del nostro paese. Sullo sfondo voluttuoso e tormentato di un’Europa in declino, Rosa J. Shalott racconta una storia d’amore e di salvezza, un’opera raffinata e sottile che ha il respiro e la forza dei grandi classici dell’Ottocento.

yyy

L’ultima odissea

di James Rollins Editore: Editore Nord / USCITA: 29 Ottobre Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 51waxce6zl._sx327_bo1204203200_.jpg Roma, 1515. Curiosando negli Archivi Vaticani, Leonardo da Vinci s’imbatte in un meraviglioso codice arabo, un trattato d’ingegneria meccanica risalente al IX secolo. Al suo interno, sono contenute una mappa del Mediterraneo e una traduzione dell’XI canto dell’ Odissea, in cui si narra la discesa di Ulisse nel Tartaro… Groenlandia, oggi. Una squadra di ricerca, capitanata dalla dottoressa Elena Cargill, è stata mandata per fare luce su una scoperta eccezionale: una nave medievale sepolta sotto il ghiaccio. Nella cabina del comandante, Elena scova un curioso manufatto d’oro, di chiara fattura araba, che ha l’aria di essere una sorta di mappa meccanica. Ma, prima che possa analizzare il reperto, un commando armato piomba su di loro, rapisce Elena e uccide i suoi colleghi. Washington, oggi. La Sigma Force è in stato di massima allerta: la figlia del senatore Cargill è stata rapita ed è compito di Painter Crowe e della sua squadra riportarla a casa sana e salva. Gray Pierce si lancia subito sulle tracce dei rapitori, che lo costringeranno a un folle inseguimento attraverso il Mediterraneo, lungo l’antica rotta battuta da Ulisse. A poco a poco, Gray capisce che quegli uomini hanno trovato la chiave per raggiungere il Tartaro cantato da Omero, il luogo che scienziati e sovrani hanno cercato invano per secoli, attratti dalla promessa di armi capaci di sbaragliare interi eserciti in un lampo. Adesso le porte dell’inferno stanno per aprirsi e lui dovrà richiuderle, prima che qualcuno riporti alla luce le oscure meraviglie contenute al suo interno…

Come una guerra

di di Nicolas Mathieu Editore: Marsilio / USCITA: 1 Ottobre Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 51-slk32s5l._sx324_bo1204203200_.jpg Martel è un sindacalista carismatico con un passato oscuro e una madre malata di Alzheimer da mantenere. Bruce è un ex body-builder che non ha mai abbandonato il vizio degli steroidi. Quando la fabbrica dove lavorano minaccia di chiudere i battenti, in una delle regioni più industrializzate ma anche più ignorate di Francia, non viene loro in mente nulla di meglio che rapire una giovane prostituta che batte sulla strada per Strasburgo, per rivenderla alla malavita. Del resto, in quel luogo che a chi ci abita sembra senza via d’uscita, la crisi giustifica qualunque gesto, e Martel e Bruce hanno tutto quello che serve: una Colt calibro .45, un rifugio sicuro in fondo alla campagna, e la disperazione degli ultimi. Ma non è così semplice svoltare grazie al crimine se il crimine non è il tuo mestiere: basta incontrare un’ispettrice del lavoro empatica e tutta d’un pezzo per far scricchiolare il piano della vita.

ee

Nessuno scrive al Federale: I casi del maresciallo Ernesto Maccadò

di Andrea Vitali Editore: Garzanti / USCITA: 29 Ottobre Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 51dptz9lksl.jpg Le rive del lago di Como sono punteggiate di paesi e paesini accomodati ai piedi delle montagne dove non succede granché. Tranne a Bellano. Nell’ultimo anno e mezzo circa, il Federale del fascio ha dovuto sostituire già due segretari della sezione locale del partito. Il primo a saltare è stato Bortolo Piazzacampo, detto Tartina, per una vicenda legata alle bizzarrie di un toro chiamato Benito in cui il Tartina si è distinto per insipienza. Il secondo è stato Aurelio Trovatore, che ha deciso di accasarsi in quel di Castellanza preferendo l’amore al destino fatale della patria fascista. Ora ha nominato tale Caio Scafandro, un pezzo d’uomo che usa le mani larghe come badili per far intendere le proprie ragioni. Avrà la forza d’animo, visto che quella fisica non difetta, per mantenere l’incarico? Perché nel passato dello Scafandro qualche fantasma c’è. E più di uno lo sa. Basterebbe una parolina sussurrata all’orecchio del Federale e anche il terzo segretario del fascio di Bellano farebbe la fine dei precedenti. Per questo, lo Scafandro ha preso le sue contromisure senza preoccuparsi di sconfinare in quel territorio dell’illegalità presidiato dalle forze dell’ordine. E lì appunto si trova il maresciallo Ernesto Maccadò. Fresco padre di Rocco, il suo primogenito, la mattina del 20 novembre 1929 il maresciallo scampa per un pelo a una disgrazia per via di un oggetto metallico scaraventato giù in contrada da un potenziale assassino. E chi sarà mai quel deficiente? Nessuno scrive al Federale riporta in scena il maresciallo Ernesto Maccadò. Nel paese in cui è stato inviato insieme alla sua Maristella come fossero due marziani, ora si sente sempre più a casa sua, soprattutto con l’arrivo del primo figlio. Ma Bellano, visto da così vicino, è tutt’altro che un paese tranquillo. E non è facile scacciare il pensiero che vi regni una certa follia.

La ragione ha sempre torto

di Federico Maria Rivalta Editore: Amazon Publishing / USCITA: 27 Ottobre Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 41r0uoalnel.jpg Riccardo Ranieri è il primo ad ammetterlo: non è neanche capace di unire i puntini, figuriamoci se sa risolvere un anagramma. Eppure la sua nuova, assurda indagine parte da un anagramma, in cui si nasconde il messaggio di un individuo che si firma “La ragione ha sempre torto”. Questa volta chi lo trascina nell’avventura è Sonia Pechinese, vicedirettrice del carcere di Padova, convinta che uno dei suoi detenuti sia stato ingiustamente condannato per omicidio. Tra grovigli di ambiguità e incomprensioni, soprattutto a causa della personalità impenetrabile di Sonia, Riccardo viene trascinato in torbide feste in ville sontuose, tra malviventi dediti alla prostituzione e allo spaccio di droghe, fino all’irruzione notturna in una misteriosa casa di cura per malati
yy

Nona Grey. La trilogia 

di Mark Lawrence Editore: Mondadori / USCITA : 13 Ottobre Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 417sqtdwzjl.jpg NEL CONVENTO della Dolce Misericordia si allevano fanciulle per trasformarle in devote quanto pericolose assassine. Ci vogliono dieci anni di formazione, ma sono poche le ragazze dotate di vero talento per la morte, quelle nelle cui vene scorre il sangue delle antiche tribù di Abeth. Compito delle monache è scoprire e affinare queste doti innate, insegnando le tecniche della lotta con e senza armi e dello spionaggio, l’uso dei veleni e infine la tessitura delle ombre. Ma neppure le sorelle più anziane sono in grado di comprendere fino in fondo la potenza del dono di Nona Grey, una bimba di otto anni che giunge al convento con l’accusa di aver compiuto un omicidio. Qui crescerà, ma non sarà facile per lei scegliere quale cammino seguire: indosserà la tonaca nera delle Spose dell’Antenato, per abbracciare una vita di preghiera e servizio? Vestirà il rosso delle Suore Marziali, esperte nel combattimento, o il grigio delle Suore di Discrezione, imbattibili nelle arti della segretezza? O il suo colore sarà il blu delle Suore Mistiche, capaci di percorrere il Sentiero? Quale che sia il suo destino, dovrà lottare aspramente per conquistarlo.

La città condannata

di  Arkadij Strugackij  Editore: Carbonio Editore / USCITA: 22 Ottobre 2020 Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 51c7jtsiivl._sx325_bo1204203200_.jpg A metà tra il Nord e il Sud, tra un insormontabile muro giallo e un precipizio, sorge una città da cui è impossibile uscire, dove il sole è un’enorme lampada che si accende e si spegne artificialmente. Gli abitanti partecipano a un Esperimento, su cui però non è dato sapere nulla. Tra loro Andrej Voronin, comunista emulo di Stalin, un nazista, un giapponese, un cinese, un americano, un agricoltore russo, un ebreo. Spronati ciascuno dal proprio Mentore, avanzano all’interno di quel perimetro inviolabile, mentre strani scenari cominciano a prendere forma…

Le diecimila porte di January

di Alix E. Harrow  Editore: Mondadori / USCITA : 6 Ottobre Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 51gm9h8abul._sx345_bo1204203200_.jpg Estate 1901. Un’antica dimora nel Vermont, piena di cose preziose e sorprendenti. La più peculiare è forse January Scaller, che vive nella casa sotto la tutela del facoltoso signor Locke. Peculiare e atipica, almeno, è come si sente lei: al pari dei vari manufatti che decorano la magione è infatti ben custodita, ampiamente ignorata, e soprattutto fuori posto. Suo padre lavora per Locke, va in giro per il mondo a raccogliere oggetti “di un valore singolare e unico”, e per lunghi mesi la ragazzina rimane nella villa ridondante di reperti e stranezze, facendo impazzire le bambinaie e, soprattutto, rifugiandosi nelle storie. È così che, a sette anni, January trova una porta. Anzi, una Porta, attraverso cui si accede a mondi incantati che profumano di sabbia, di antico e di avventura… Sciocchezze da bambini. Fantasie assurde, le dicono gli adulti. E January si impegna con tutta se stessa per rinunciare a quei sogni di mari d’argento e città tinte di bianco. Per diventare grande, insomma. Fino al giorno in cui, ormai adolescente, non trova uno strano libriccino rilegato in pelle, con gli angoli consumati e il titolo stampigliato in oro semiconsunto: Le diecim por. Un libro che ha l’aroma di cannella e carbone, catacombe e terra argillosa. E che porta il conforto di storie meravigliose nel momento in cui January viene a sapere che il padre è disperso da mesi. Probabilmente morto. Così la ragazza si tuffa in quella lettura che riaccende il turbine di sogni irrealizzabili. Ma lo sono davvero? Forse basta avere il coraggio di inseguirli, quei sogni, per farli diventare realtà. Perché pagina dopo pagina January si accorge che la vicenda narrata sembra essere indissolubilmente legata a lei…

hhh

Ti aspetterò tutta la vita. Pensieri d’amore

di Nadia Toffa
Editore: Chiarelettere  / USCITA: 1 Ottobre
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 41l6k3d3qql._sx343_bo1204203200_.jpg
I pensieri d’amore che Nadia ha lasciato in consegna alla madre. Un volume di intensa suggestione. Come la malattia, anche l’amore va guardato in faccia e vissuto per quello che può dare, qualsiasi fine potrà avere.   “Abbiamo deciso di dar vita alla Fondazione Nadia Toffa per aiutare tutti quelli che possiamo. Sono ordini suoi, io ubbidisco molto volentieri e con tutto l’amore che posso. Chi mi dà la forza? Lei!” Margherita Toffa   Negli ultimi mesi della sua vita, seppure debilitata dalla malattia, Nadia non ha mai smesso di scrivere e di esercitare il suo pensiero, dando espressione ai propri sentimenti, anche quelli più intimi. In questi pensieri c’è tutto il cuore di Nadia, il suo temperamento forte, la sua dolcezza e bellezza interiore. Le sue parole sono sincere, a volte anche dure. La vita come l’amore va vissuta qualsiasi direzione prenda, non bisogna avere paura. Il suo impegno di giornalista in prima linea, sempre pronta a dare la parola a chi non ce l’ha, il suo coraggio nel non tirarsi mai indietro sfidando la malattia, i suoi pensieri d’amore, quindi la sua parte più intima e privata, non sono disgiunti. Tutto si tiene, Nadia è sempre la stessa, in privato e in pubblico: diretta, ironica, divertente ma anche triste e arrabbiata. L’amore dice quello che siamo veramente. Come per “Non fate i bravi” (Chiarelettere 2019), questo volume viene pubblicato su precisa richiesta dell’autrice, che ha lasciato alla mamma centinaia di testi elaborati sullo smartphone.

childrens-literature-1-638

Fiori affamati di vita

di  Veronica Yoko Plebani  Editore: Mondadori / USCITA: 6 Ottobre Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 41xgxgqtrel.jpg “Il mio collo lungo, la sagoma del viso. Da sotto il naso a sinistra si allarga una cicatrice fresca che spunta sulla guancia e torna a nascondersi, poi cola giù dalle spalle e dalle cosce fino alle estremità fasciate. Conosco già il paesaggio irregolare della mia pelle. Solo adesso che me lo vedo addosso mi rendo conto che è mio, sono io. Trattengo il respiro, fisso lo sguardo e immagino il mio corpo fuori da qui, nei miei posti, nelle cose che faccio, negli occhi di chi mi vede e nel mondo. Capiranno che sono ancora io?” Una sera, senza preavviso, la vita e il corpo di Yoko sono segnati per sempre. E anche se non c’è niente di diverso, è come se tutto fosse cambiato. Ma Yoko non è sola. Ci sono sua mamma e le sue filosofie orientali, l’entusiasmo di papà Max e la saggezza di suo nonno, ma soprattutto c’è Lu. Yoko e Lu sono amiche da sempre anche se sono l’una l’opposto dell’altra. Yoko è testarda, iperattiva ed estroversa, mentre Lu è riflessiva, taciturna e insicura. Sono due adolescenti come tante in una città di provincia come tante. Il loro corpo, dentro e fuori, si sta trasformando: si segna, evolve, cresce come la voglia di fare nuove esperienze, di scoprire il mondo, di vivere. In fondo Yoko il cambiamento ce l’ha perfino nel nome, nel destino. “Figlia del sole”, “figlia dell’oceano”, “figlia delle foglie”, e molto altro visto che, come dice Lu, i nomi giapponesi, a seconda di come vengono scritti, assumono significati differenti. Un po’ come la vita che, anche se viene sconvolta, può sempre nascondere un senso inaspettato. Un po’ come il corpo di Yoko e le sue cicatrici che a guardarle bene sembrano ricami. Fiori affamati di vita è un romanzo pieno di luce, dolce e ironico, che racconta l’amicizia, l’amore e l’accettazione di sé. Nonostante il corpo. Nonostante il sesso. Diverso, bello, brutto, forte, debole, giusto, sbagliato, dritto, storto, normale, del resto, sono solo categorie con cui si cerca di uniformare ciò che invece è naturale varietà, e la varietà è bellezza. Veronica Yoko Plebani è una paratleta olimpica italiana. Pratica snowboard, canottaggio e triathlon, e ha partecipato alle Paralimpiadi di Sochi 2014 e di Rio 2016: oggi si allena per Tokyo 2020. A quindici anni è stata colpita da una meningite fulminante: da quel giorno la sua vita non è stata più la stessa. Sul suo account Instagram Yoko ogni giorno racconta, oltre che i suoi successi sportivi, anche la sua vita occupandosi di diversità, uguaglianza e inclusività. Questo è il suo primo romanzo.

Anche i mostri si lavano i denti!

di Jessica Martinello (Autore), G. Mabire (Illustratore) Editore: Emme Edizioni  / USCITA : 6 Ottobre Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 51uiqlm5al._sx364_bo1204203200_.jpg Lo sai che anche i mostri si lavano i denti? Non ci credi? Chiedilo al Mostro fatto di capelli o a quello che sta sotto il letto. E lo sai perché lo fanno? Perché c’è un mostro ancora più terribile che se la prende con tutti, ma soprattutto con chi non si lava i denti! Età di lettura: da 3 anni.

Emma e l’unicorno

di Dana Simpson Editore: Tunué  / USCITA : 8 Ottobre Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 41p9gh5stbl._sx340_bo1204203200_.jpg Possono una vivace e intraprendente bambina e un unicorno, mitica creatura fantastica trovare un terreno comune? Pare proprio di si. Credi negli unicorni? Emma si. Non ha scelta ne ha scelto uno come amico. Un giorno ha lanciato una roccia in uno stagno e ha colpito un unicorno. Da quel momento sono inseparabili! Con il suo nuovo amico Emma affronta i compagni di classe crudeli, le lezioni di ginnastica e le lezioni di piano ma anche insolite avventure tra capelli magici, draghi che respirano caramelle e un potere straordinario tutto da scoprire. Con 1.6 milioni di copie vendute in America e più volte nella classifica New York Times Bestseller, arriva in Italia una serie culto per ragazzi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: