Segnalazione:”Trascinata dal vento come le nuvole” di Marzia Accardo

Scheda Libro

TITOLO: Trascinata dal vento come le nuvole

AUTRICE: Marzia Accardo

DATA PUBBLICAZIONE: 21aprile

CASA EDITRICE: self publishing

GENERE: narrativa

FORMATO: cartaceo ed e-book

DISTRIBUZIONE: Amazon COSTO: e-book Euro 1,99 – cartaceo Euro 10,00

NUMERO PAGINE: 220

Sinossi

Imprigionata in una vita piatta e monotona da impiegata bancaria, Laura passa da una storia all’altra, seguendo con poca convinzione la strada che le ha indicato la madre, e illuminata dai consigli della migliore amica Giulia. Il nuovo collega Federico sembra farle credere finalmente nell’amore, ma una selvaggia vacanza a Formentera con gli amici cambierà le cose e destabilizzerà gli equilibri, portandola a riflettere sulle sue reali priorità. Provata dalle delusioni e da alcuni tragici eventi che la vita la porterà ad affrontare, Laura sarà costretta a prendere una drastica, inaspettata decisione, che sconvolgerà le persone che le stanno accanto, ma che le darà la speranza di ritrovare se stessa e la sua felicità.
Dopo La testimone della sposa, ecco di nuovo Laura protagonista del prequel che racconta le vicende accadute prima del suo sofferto ritorno a casa.

ESTRATTO:

Tirò fuori una cartina stropicciata dallo zainetto che aveva appoggiato a terra, e la aprì. Sopra c’erano vari nomi cerchiati col pennarello rosso, collegati tra loro da una riga disegnata con la penna nera, a formare un itinerario. «Vedi» le indicò col dito, «sono partito da casa già preparato. Questo è il percorso che voglio seguire. Queste sono le spiagge più belle di Formentera e secondo la mia tabella di marcia in due settimane dovrei riuscire a vederle tutte. Partendo la mattina presto, ovviamente. Con uno scooter è molto facile girare l’isola.» Le lanciò un’occhiata trionfante. «Prenotandolo da casa prima di partire, ovviamente.» Laura lo guardò infastidita, alzando un sopracciglio. Quel suo tono supponente, da maestrino, era davvero insopportabile. Ma chi si credeva di essere, con tutti quei suoi “ovviamente”? Ma soprattutto, come si permetteva di dire che i suoi amici erano dei ragazzini? Quando lo ascoltavano raccontare le sue leggende metropolitane, pendendo dalle sue labbra e ridendo come dei cretini, però, gli facevano comodo eccome, per sfamare il suo smisurato ego!
Scosse la testa, sorridendo sarcastica, e tirò indietro la sedia per alzarsi, avendo visto arrivare Giulia e Silvia con la coda dell’occhio.
«Pensaci» le disse lui, in tono spavaldo. «In fin dei conti, ho ragione. Decidi anche tu se vuoi continuare a perdere queste preziose giornate a cazzeggiare senza senso, oppure vuoi davvero vivere come si deve questa vacanza.» «Ognuno ha il suo concetto personale di vacanza!» ribatté lei.
«Oh, sì, giusto.» Jonathan prese una fetta di torta dal piatto e cominciò ad osservarla con attenzione, poi la spezzò in due con le mani. «Se poi decidi di occupare in modo più ragionevole il tuo tempo, mi trovi nel corridoio fuori dalla tua porta, tutte le mattine.» Diede un morso al suo pezzo di torta, cominciando a masticarla, con gusto. «Presto, ovviamente.» A quell’ultima frase, Laura si alzò di scattò e tornò al suo tavolo. Non aveva intenzione di sentirgli pronunciare un “ovviamente” in più. Odiava le persone che si sentivano superiori e per cui era sempre tutto scontato.

CURIOSITA

Il romanzo è il prequel de La testimone della sposa e narra le vicende accadute prima del ritorno a casa della protagonista. I due romanzi possono comunque essere letti separatamente.

CONTATTI: Facebook https://m.facebook.com/MarziaAccardopagina/ Instagram @marzia_accardo

BIOGRAFIA:

Marzia Accardo, classe 1983, vive in un paesino della Bassa Modenese, dove lavora come impiegata contabile. Nel 2019 ha pubblicato il suo primo romanzo “La testimone della sposa” con la casa editrice Pubme, per la collana Un cuore per capello.
Nel 2020 ha firmato la raccolta di racconti autopubblicata “Love = love” assieme a Lily Rose, Elisa Mura e Katia Arduini.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: