La testa mozzata – di Salvatore Stefanelli

TITOLO: LA TESTA MOZZATA

AUTORE: SALVATORE STEFANELLI

EDITRICE: DELOS

DATA DI PUBBLICAZIONE: 3 MARZO 2020

LINK D’ACQUISTO : https://delos.digital/9788825411485/la-testa-mozzata

Salvatore Stefanelli nasce a Napoli a luglio del ’63. Partecipa al primo contest nel 2010, con il racconto horror La falce. Ha all’attivo oltre settanta pubblicazioni in antologie di editori diversi, con racconti e/o poesie. Vince il 30° Premio WMI (Delos Books, 2013), dopo essersi piazzato due volte secondo. Nel 2014 arriva primo al concorso di Poesia indetto da Stanza di Erato. Nero Press Editore nel 2015 ha pubblicato l’ebook L’origine della notte, un racconto gotico, e nel 2016 l’horror Apollinare Neiviller, note rosso sangue. Delos Digital ha pubblicato nel 2016 la silloge poetica DanzaTore, verso la luna.

La vita per un poliziotto è sempre difficile, ma a Napoli lo è molto di più, specialmente se sei un poliziotto che ha fiuto e che dà retta troppo spesso al proprio istinto. Antonio Negri è così, forse perché le sue origini e le sue amicizie sono dalla parte sbagliata di quella città. Forse perché quella testa mozzata sarà un incubo per tutta la sua vita.

.


Salvatore Stefanelli, seppur con non troppe pagine, riesce con il suo libro ad appassionare con una storia raccontata in maniera diretta, schietta, con Protagonisti “veraci” e con una Napoli a far da sfondo a una vicenda dove il Bene si confonde con il Male.

La Narrazione è affidata al Protagonista , Antonio Negri, un poliziotto caparbio, istintivo, che con tenacia indaga mettendosi in pericolo. Il suo carattere , la sua anima da poliziotto lo spingeva a far luce là dove il buio si radicava tra le vie di una città che non solo lo aveva cresciuto ma anche educato per tutto quello che era ingiusto.

Un indagine con tanti dubbi, poche certezze se non quelle che riconducevano ad un travagliato passato, vissuto in prima persona dal Protagonista; questo Passato viene raccontato dall’autore tramite Flashback e ricondotto alla mente da un unico elemento che ricorre frequentemente : un Tatuaggio.

La bellezza del libro, personalmente, è che l’introspezione del Protagonista viene interamente affidata ai ricordi e al rapporto con i vari Personaggi che incontriamo nella Narrazione; questa scelta premia l’autore e rende esclusiva l’attenzione di chi legge sulla Trama che avvince ancor di più grazie a uno Stile fresco e intimo.

Tanti i Temi trattati nel libro, Realtà difficili raccontate, alcune delle quali tristemente già conosciute dalla Cronaca quotidiana; tutto questo è in forte contrapposizione con il volere di Antonio Negri che, seppur nato in una condizione che lo costringe a vivere a contatto con un Male, è deciso a cambiare il suo Destino o meglio vuole impedire con tutte le sue forze che QUALCUNO decida per lui.

Il lettore accompagna la vicenda con interesse e trepidazione, giungendo alle ultime pagine ad una conclusione che mette d’accordo un po’ tutti i gusti…

Un bel libro quello di Salvatore Stefanelli, un Racconto “breve” capace di catalizzare l’interesse di chi ama il Genere perché, oltre a essere ricco di tutti quei classici elementi che contraddistinguono il Thriller, è capace di originalità nello Stile e nei suoi Personaggi.

2 risposte a "La testa mozzata – di Salvatore Stefanelli"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: