“Scriverò di te” di Gianluca Stival.

Scheda libro

Titolo: Scriverò di te.

Autore: Gianluca Stival

Editore: Editrice Veneta

Data uscita: 12 novembre 2019

Pagine: 120

Link acquisto: https://www.amazon.it/Scriver%C3%B2-te-Gianluca-Stival/dp/8884498988/ref=as_sl_pc_qf_sp_asin_til?tag=dany05-21&linkCode=w00&linkId=e4ae5c9863f5d73d360c52bb141ddadc&creativeASIN=8884498988

Trama ufficiale

Scriverò di te” è un’opera composta da decine di racconti di varia lunghezza che vedono come protagonista principale Mario, il nonno paterno dell’autore: ognuna di queste testimonianze narra un episodio della sua vita, partendo dagli aneddoti di bambino che ha vissuto la seconda guerra mondiale fino ai giorni nostri in cui appaiono anche delle riflessioni su argomenti di attualità. I pensieri, uno per pagina, contengono sia episodi vissuti in prima persona, che considerazioni sulla società odierna (dall’allontanamento dei giovani dalla Chiesa all’impatto del progresso). L’ essenza del testo è riflessa nelle due diverse chiavi di lettura: quella del protagonista che racconta stralci della sua vita (con connotazioni biografiche precise) e quella dello sguardo universale rispetto al mondo in cui ogni lettore può ritrovarsi anche senza conoscere direttamente il protagonista.
All’interno del libro viene raccontata la vita di un bambino che cresce in una famiglia di imprenditori agricoli e a cui viene trasmesso sia rigore per lo studio che il rispetto per il lavoro, lo stesso che gli ha permesso di fondare una delle maggiori aziende agricole del triveneto, l’Azienda Agricola Moletto di Motta di Livenza (TV). L’attenzione verso il mondo emerge anche dai viaggi citati a metà del dattiloscritto, dalla Cina al Brasile e dall’Egitto al Perù, in cui il protagonista descrive sia le caratteristiche dell’ambiente e delle popolazioni che le differenze di quei Paesi rispetto all’Italia. L’ultima parte dell’opera contiene opinioni e considerazioni in merito a varie dinamiche della società odierna: la situazione della donna nei Paesi arabi, la morte in diretta di Saddam Hussein, il concetto nuovo di “guerra” e il grande cambiamento delle abitudini e delle tradizioni rispetto all’adolescenza del protagonista (anni 1945-1950 circa). Le intenzioni di questo scritto hanno uno sguardo aperto: non c’è solo il desiderio di narrare passaggi di vita di un imprenditore novantenne, ma c’è soprattutto la volontà di far riflettere su ragionamenti, quelli del protagonista, estremamente attuali e adattabili a qualsiasi persona, senza distinzioni di età.

Recensione a cura di Daniela Sardella

Tra Veneto e ricordi

di Gianluca Stival

Sono tanti i tuoi ricordi al vento, quelle memorie che oggi anch’io risento.
Mi hai detto: “Vorrei raccontarti la mia storia” e la tua voce suonava già liberatoria.
Il Veneto è stato per te casa e via di fuga, dal tuo primo sorriso alla tua prima ruga, “Devi vivere con coraggio” mi hai sussurrato, e col cuor mio ero già nel tuo passato.
Dei giochi, delle gioie e degli affari mi hai narrato i più bei particolari, Cina, Francia, Perù e Brasile hai osservato con astuzia e interesse sottile.
Degli amori hai immagini molto belle, dai colori dei loro occhi al profumo della loro pelle, “Nonna la risposerei mille volte” hai detto sorridendo, immaginando il vostro affetto che da sempre sta splen-dendo.
“Ecco, questa è la mia vita” hai poi concluso, tra terra, consigli e ironia il tuo mondo hai racchiuso.

Versi che sprigionano Amore, Apprezzamento e Gratitudine. Voglio cominciare così questa recensione perché qui abbiamo non solo testimonianze importanti di un uomo che ha visto e vissuto una vita piena, ma abbiamo un uomo che proprio grazie alla sua esperienza e le seguenti riflessioni riesce a trasmettere messaggi di un certo spessore. Dalla poesia qui citata si comprende l’ anima di chi racconta, ma, nello stesso tempo, si percepiscono le sensazioni ed emozioni dell’Autore stesso che di riflesso trasmette ai lettori, per questo lo ringrazio!

Scriverò di te” di Gianluca Stival è come una finestra sul Passato. L’ Autore ci fa entrare nel mondo di Mario, suo nonno, e in tutto quello che circondava la sua esistenza ai tempi della Guerra. Un vero e proprio viaggio che parte da Mario bambino, a seguire l’ adolescenza i progetti futuri, esperienze acquisite tramite il suo peregrinare ed infine arrivare ai giorni nostri. Ogni passaggio ha il suo Perché!

Come dicevo, si inizia da un Mario bambino. Attivo, vivace a dir poco Iperattivo. Non amava studiare ma piuttosto la sua passione era la Natura, stare tra i campi lo faceva sentire libero. La particolarità da cogliere sono i tempi in cui viveva. Qui parliamo del lontano 1939 e sappiamo benissimo che c’era una guerra in corso, eppure nel racconto, malgrado le difficoltà, si percepisce sempre la positività di Mario. Nonostante la giovane età coglieva da ogni situazione una lezione trasformandola in possibilità.

Proseguendo la narrazione risaltano la voglia e la tenacia di Mario nel crearsi un futuro. Era impegnato tra studio e lavoro. Tramite il papà entrò nel mondo dell’ Agricoltura e da qui nacque una grande passione, anche se all’epoca, il settore era sottovalutato a dir poco sminuito.

Andando avanti, diverse avventure segnarono quel giovane guidato esclusivamente da una forte volontà: obbiettivi da raggiungere. Intraprese diversi viaggi. Ogni località raggiunta gli donò esperienze forti e contrastanti, notò la diversità di ognuna ma, a volte non comprendeva il senso o meglio non lo condivideva.

Una Storia vera che segna profondamente, sopratutto se chi racconta lo fa con cuore, e qui si percepisce tutto! L’ Autore, Gianluca Stival e suo Nonno Mario, tramite questo manoscritto hanno regalato ad ognuno di noi delle verità e punti di riflessione di grande rilievo. Nonostante le difficoltà, nonostante tutto Mario è andato avanti! Una vita fatta di ostacoli, una vita differente dove tutto era più complicato ma sicuramente più vero.

Credo fermamente che ogni persona dovrebbe leggere questa testimonianza, questo Viaggio perché c’è solo da trarre grande beneficio! Ascoltare esperienze passate apre la mente e c’è sempre da guadagnare. Ripeto, Gianluca Stival ha regalato a tutti noi la possibilità di vivere questo racconto, ha dato la possibilità di cogliere la morale in essa contenuta, perché la Morale c’è sempre, basta individuare il messaggio e magari farne tesoro. Ringrazio l’ Autore, Nonno Mario e ovviamente Francesca Ghezzani che mi ha proposto questa lettura di grande Valore!

Buona Amabile lettura.

Biografia Autore

Gianluca Stival nasce nella caotica città di Odessa nel 1996, studia lingue e sin da piccolissimo nutre un notevole interesse per le culture e le tradizioni straniere. Con numerose certificazioni linguistiche riconosciute a livello mondiale, Gianluca si è già ambientato nel mondo della letteratura con pubblicazioni online e cartacee di suoi componimenti, valutate positivamente da esperti, critici e personaggi famosi. Ha presentato poesie in lingua italiana, francese, inglese, spagnola e portoghese brasiliana, apprezzate e commentate da blog di poesia internazionali. Nel 2017 viene inserito all’interno de “Enciclopedia dei Poeti Italiani Contemporanei”, edita da Aletti Editore, e pubblica il primo libro per la grande distribuzione dal titolo “Meriti del mondo ogni sua bellezza”, recensito da testate giornalistiche italiane e da blog internazionali. Nel 2018 rilascia una nuova raccolta di poesie dal titolo “AWARE – Tutte le poesie” (tradotta in francese e portoghese brasiliano) e porta a teatro il suo monologo sulla libertà dal titolo “Meriti di essere libero”. Nel 2019 continua con progetti letterari in Italia, Francia e Brasile e pubblica il terzo libro dal titolo “Scriverò di te”, edito da Editrice Veneta.

Notizie Casa Editrice

Editrice Veneta

Nasce nel 1992. Ad oggi ha prodotto oltre 800 volumi e cura le riviste informative di molti comuni vicentini. Si occupa della vendita diretta dei libri editi e della distribuzione a livello regionale e nazionale. Da oltre vent’anni edita – a carattere informativo e culturale locale – la rivista Realtà Vicentina.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: