“Bosco Bianco” di Diego Galdino.

Scheda libro

Titolo: Bosco Bianco

Autore: Diego Galdino

Editore: self-publishing

Data Uscita : 4 Aprile 2019

Pagine: 156

Sinossi

Nel suo testamento, la signora Chiara Pizzi lascia in eredità Bosco Bianco, una bellissima e storica tenuta affacciata sulla costiera amalfitana, a suo nipote Samuele Milleri, figlio di sua sorella e alla signorina Maia Antonini, figlia della sua più cara amica d’infanzia. Si racconta che a Bosco Bianco sia nascosto il diario segreto del leggendario scrittore americano Albert Grant. Proprio per questo motivo Andrea Razzi, ricco uomo d’affari, con velleità politiche, vuole entrarne in possesso a qualsiasi posto, tanto da acquistare da Samuele Milleri la sua metà di Bosco Bianco appena ereditata, approfittando dei suoi gravi problemi finanziari, per poi obbligare Giorgio Betti, il suo migliore e fascinoso agente immobiliare, a fingersi il nipote della vecchia proprietaria per cercare di convincere Maia Antonini a vendergli la sua parte della tenuta, anche a costo di farla innamorare. Ma vivere a Bosco Bianco, seppur per pochissimo tempo, può ambiare il destino delle persone. Lo sapeva bene lo scrittore americano Albert Grant, che aveva fatto dell’amore la sua ragione di vita perché come era scritto alla fine del suo libro più famoso…“Per perdersi non serve un posto, basta una persona”

Recensione a cura di Daniela Sardella

Amo leggere , ho sempre amato leggere , non ne posso fare a meno ! Certo adesso la lista è molto lunga ed ho l’ opportunità di conoscere diversi Autori che , con il passare del tempo , si sono rivelate delle presenze quotidiane , ma non si finisce mai di scoprire qualcosa di nuovo e interessante. A proposito di questo , grazie a Simona Mirabello, addetta Ufficio Stampa , ho avuto una proposta stimolante. In vista della prossima uscita letteraria dell’ Autore Diego Galdino , richiedevano una Recensione o Intervista per quanto riguarda l’ ultimo manoscritto pubblicato , ovvero ” Bosco Bianco” , e boom presa , catturata con la Sinossi e vi dico già che non mi ha affatto delusa . Non mi resta che dare il via , raccogliamo le idee e cominciamo la Recensione.

La Storia si svolge sulla costa Amalfitana precisamente tra Amalfi e Positano , in una piccola cittadina, Santa Maria. Questa cittadina venne fondata nel 1710 . Costruirono meravigliose abitazioni paragonate a Perle proprio per il loro colore: Un Bianco Splendente! Tra esse sorge la Tenuta Bosco Bianco . Unica nel suo Genere ! Grazie alle Dimensioni e la particolare Architettura non passava inosservata , in più , come se non bastasse, le trenta querce secolari che coprivano l’ entrata principale , nascondevano la Tenuta da occhi indiscreti creando ulteriore Mistero. Tutto inizia dall’ ultima proprietaria! Non avendo eredi diretti , decide , a sua morte, di lasciare tutti gli averi alla Chiesa di Santa Maria , mentre la tenuta Bosco Bianco decide di lasciarla a due persone : Samuele Milleri figlio della sorella e alla signorina Maia Antonini figlia della sua amatissima amica d’ infanzia. Queste le volontà di Chiara Pizzi e come giusto che sia furono rispettate, anche se uno dei due comproprietari , appena ricevuta la notizia pensa non al valore affettivo ma , piuttosto a regolare i suoi innumerevoli debiti, cosa che potrebbe fare vendendo l’ eredità. Senza nessun rimorso, complice l’ offerta generosa fatta da un importante Agenzia , cede senza riflettere. Ma , c’è sempre un ma! Samuele Milleri riferisce al compratore che può cedere solo metà della tenuta , ovvero la sua metà, ma per la restante parte non assicura nulla , tra l’ altro non ha la minima idea di chi fosse la comproprietaria, Maia Antonini.

Andrea Razzi , proprietario dell’ Agenzia , è sconvolto dalla notizia. La voglia di ottenere la Proprietà è forte . Vuole fare di Bosco Bianco un Hotel extra lusso ! Ma la mente malata e assetata di potere è alimentata da un ulteriore segreto. Si dice che all’ interno di Bosco Bianco sia nascosto un Manoscritto, un Diario precisamente, appartenente a un noto scrittore:” Albert Grant”. Deve acquistare l’ altra metà, e per esaudire i suoi desideri convoca il miglior Agente immobiliare . L’ agente cercherà di concludere la vendita utilizzando un piano viscido studiato nei minimi dettagli dal suo capo. Dovrà giocarsi tutti gli assi nella manica contro il suo stesso volere, altrimenti rischierà il posto di lavoro.

Qui entra in gioco il protagonista principale , Giorgio Betti , affiancato dalla splendida Maia Antonini , seconda proprietaria di Bosco Bianco. Gli eventi si susseguono veloci ! Se pensate che , fino a questo momento, vi ho raccontato fin troppo del Romanzo , vi state sbagliando! La vera storia inizia qui! Dieci giorni carichi di emozioni, quelli vissuti da Giorgio e Maia . Conosceremo un Giorgio combattuto , un uomo che lotta tra menzogne e inganni messi in atto contro il suo volere , un uomo in cui nascono sentimenti pericolosi , sentimenti che mettono a repentaglio l’ obbiettivo del capo e non solo. Dinanzi ha una donna Speciale , Meravigliosa e Unica. Una donna forte ma fragile , messa alla prova dalla vita in maniera crudele. Un’ anima ferita in passato , un dolore immenso che tempo a dietro l’ ha distrutta tanto da non provare Fiducia nel prossimo.

Un Romanzo palpitante! L’ autore mi ha rapito davvero. Leggendo ho percepito tanto Romanticismo , tanta Passione. Una scrittura piacevole e scorrevole. Personaggi ben delineati , descrizioni minuziose del luogo aiutano il lettore ad immaginare perfettamente la Tenuta così Maestosa e Elegante. Non aspettatevi solo la storia d’ amore perché all’ interno c’è davvero tanta roba! Ci sarà un uomo diviso tra le responsabilità famigliari , il lavoro e un Probabile Amore, affronteremo la triste realtà , dove La Sete di Potere , l’ Avidità di Denaro portano ad azioni a dir poco ingiuste e sbagliate sconvolgendo senza pietà il prossimo. Aggiungiamo anche un mistero! La probabilità che all’ interno della Tenuta ci sia realmente un Diario Segreto, del famoso Autore Albert Grant, e non sapendo cosa possa contenere tale manoscritto accende ancor di piu l’ interesse. Inoltre , ad ogni inizio capitolo , ci sono delle frasi tratte da alcuni film che amo da morire , e come un inguaribile Romantica , mi hanno stregato creando un legame speciale sia con la storia e sia con i protagonisti stessi percependo ogni piccola sensazione!

Voglio Ringraziare chi mi ha permesso e proposto Bosco Bianco, ovvero Simona Mirabello e Ringrazio l’ Autore per avermi fatto vivere questa meravigliosa esperienza. Attendo con ansia il prossimo libro che uscirà l’ anno prossimo e nel frattempo, a voi lettori, consiglio questo Romanzo.

Biografia Autore.

Diego Galdino (classe 1971) vive a Roma e ogni mattina si alza, mentre la città ancora dorme, per aprire il bar dove tuttii giorni prepara il caffè ai personaggi delle sue storie. Con Sperling & Kupfer ha pubblicato il suo romanzo d’esordio, Il primo caffè del mattino (giunto alla nona ristampa), Mi arrivi come da un sogno, Vorrei che l’amore avesse i tuoi occhi, Ti vedo per la prima volta e L’ultimo caffè della sera. Autore di fama internazionale è pubblicato con successo in Germania, Austria, Svizzera, Polonia, Bulgaria, Serbia, Spagna e nei paesi sudamericani di lingua spagnola. Bosco Bianco è l’attesissimo romanzo che viene auto pubblicato per una scelta di cuore. Un bellissimo atto d’amore e riconoscenza verso i tantilettori che da sempre lo stimano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: