La casa della Domenica – di Teresa Antonacci

TITOLO : LA CASA DELLA DOMENICA

AUTRICE : TERESA ANTONACCI

CASA EDITRICE: Les Flâneurs Edizioni

GENERE : NARRATIVA

DATA DI PUBBLICAZIONE : 27 luglio 2019

FORMATO DISPONIBILE : COPERTINA FLESSIBILE

LINK D’ACQUISTO : https://www.lesflaneursedizioni.it/product/la-casa-della-domenica/

AMAZON :

https://www.amazon.it/casa-della-domenica-Teresa-Antonacci/dp/8894990990/

AUTRICE

Teresa Antonacci nasce nel 1964 in provincia di Bari, dove attualmente vive e lavora. Sposata, madre di tre figli, lavora dal 1990 in Poste Italiane SpA dove, dal 2000 a tutt’ora, ha ricoperto incarichi dirigenziali che l’hanno portata a spaziare per tutto il territorio pugliese. Inizia a leggere, prima ancora che a scrivere. A tre anni commentava la Divina Commedia e I Promessi Sposi in compagnia di uno zio insegnante (che purtroppo non c’è più) che aveva trovato nella lettura il modo di tenere a bada quella insopportabile, irrequieta nipotina. Il moto perpetuo, così la chiamava. Intraprende Studi Classici pensando (a ragione veduta, col senno di poi) di proseguire su quella strada tanto segnata, sin dalla primissima infanzia, ma… non sempre le strade seguono una retta via, devono compiere percorsi tortuosi e maturare. Si iscrive alla facoltà di Medicina e Chirurgia, complice un brutto male che nel frattempo aveva colpito sua madre. Prosegue in questi studi fino al quinto anno, poi li abbandona… complice casuale un concorso, di cui risulta vincitrice, al Ministero delle Poste e Telecomunicazioni (l’alba di Poste Italiane Spa). Nel frattempo si sposa, diventa mamma di tre figli, tutti e tre particolari ma due di loro in special modo e Dirigente di Poste Italiane. Multitasking insomma. Continua a leggere, leggere, leggere… ha una biblioteca personale di oltre 7000 titoli, sparsi tra casa paterna e in tutte (tutte) le stanze della casa in cui vive. Inizia a scrivere ufficialmente nel 2011. Le interessa il tema del tempo, quella caducità ovvia e necessaria al ricambio generazionale. Ne affronta il tema nel suo primo libro, “Lasciami sognare”, che viene pubblicato nel 2012 a cura di Schena Editore. Questo libro ha un successo inaspettato, per lei, che capisce di aver ritrovato forse quella retta via, smarrita anni addietro. Comprende di essere seguita, persino apprezzata nel modo di scrivere e sintetizzare le emozioni. Decide allora di “usare” lo strumento della scrittura per convogliare i suoi messaggi, particolarissimi e sempre positivi, mai noiosi o tecnici ma pratici e attinenti la quotidianità, su qualcosa che la riguarda direttamente: lo spettro autistico. Nascono perciò “Rinascerò pesce” (Schena Editore – 2014), “C’è modo e modo” (Intermedia Edizioni – 2015), “La dodicesima stanza” (Les Flaneurs Edizioni – Bari – 2016), “Enrico fatto di vento” (Les Flaneurs Edizioni – Bari – 2017), “Una storia imperfetta” (Les Flaneurs Edizioni – Bari – 2018), “La casa della domenica” (Les Flaneurs Edizioni – Bari – 2019). Ovviamente, continua a scrivere storie speciali di bambini, piccoli e grandi, ancor più speciali, per attenzionare un mondo, quello autistico, ancora sconosciuto a tanti ma foriero di mille sfumature.

Per Info : http://www.teresaantonacci.it/

CASA EDITRICE

Les Flâneurs Edizioni nasce nel 2015 grazie a un gruppo di giovani amanti della Letteratura. Il termine francese “flâneur” fa riferimento a una figura prettamente primonovecentesca d’intellettuale che, armato di bombetta e bastone da passeggio, vaga senza meta per le vie della sua città discutendo di letteratura e filosofia. Oggi come allora, la casa editrice si pone come obiettivo la diffusione della cultura letteraria in ogni sua forma, dalla narrativa alla poesia fino alla saggistica, con indipendenza di pensiero e occhio attento alla qualità. Les Flâneurs Edizioni intende seguire l’autore in tutti i passaggi della pubblicazione: dall’editing alla promozione.

SINOSSI

Silvia è una donna personalmente e professionalmente realizzata, ma la serenità della sua famiglia non è destinata a durare. A turbarla contribuiranno una serie di eventi, tra cui l’incontro con Pier, un geniale chirurgo, molto più giovane di lei, di cui si innamora perdutamente a dispetto della differenza d’età. Milano fa da sfondo alla loro storia e al viaggio introspettivo in cui l’autrice ci guida conducendoci alla riflessione su importanti tematiche, quali la caducità del tempo e la falsa morale che, al giorno d’oggi, troppo spesso etichetta le relazioni.

La casa della domenica, scritto e pubblicato nel 2015, riappare in una nuova veste, frutto della riscrittura della Antonacci alla luce delle nuove consapevolezze acquisite nel corso di questi anni. La stessa protagonista, tratteggiata a propria immagine e somiglianza prima che le venisse diagnosticata la sindrome di Asperger, in questa nuova edizione, è da (ri)conoscere con un nuovo sguardo.

Recensione a cura di Walter Bianco

Teresa Antonacci con il suo libro racconta una vicenda di vita comune, si magari un po’ “fuori dagli schemi” ma certamente vera sia per come viene narrata e sia per il carico emozionale che investe il lettore; quando la Protagonista sarà capace di lasciare le convenzioni imposte da una società e liberarsi del tutto al sentimento puro e sfrenato, riuscirà ad incontrare nuovi sogni che appagheranno i suoi bisogni senza pero’ trascurare le conseguenze tratte dai dubbi e sensi di colpa.

Lo Stile utilizzato rende il tutto più intimo, difatti la Narrazione viene portata avanti dalla voce dei due Protagonisti (Silvia e Pier) con un Dialogo curato e preciso tanto che il Lettore riesce a scavare nell’intimo per capire al meglio le personalità e comprendere il loro essere piu’ inconfessato.

Partendo dal Titolo del libro si capisce come la quotidianità di Silvia prendeva “una boccata d’aria” dalla monotonia di una vita monotona solamente durante “La Domenica”, giorno destinato a cio’ che più le piaceva fare, ripetendo gesti e rituali scanditi dal tempo che passava senza troppe “distrazioni”; Tutto questo sarà stravolto dall’incontro con Pier che sconvolgerà la vita di entrambi.

Pier rappresenta la Passione, giovane e impetuoso, sarà capace di abbandonarsi senza pensieri al suo Destino; Silvia, più matura , dovrà opporsi al Cuore con la Ragione, lei che nella vita non era abituata ad avere dubbi. Entrambi sentimentalmente provati e tormentati, dopo tanti sguardi fugaci e baci rubati, giocano a rincorrersi fino a quando Silvia deciderà di fermarsi e cominciare Lei a rincorrere il suo Cuore.

Finalmente non più schiava della sua vita , libera di piangere o ridere senza sentirsi in colpa, verso l’Epilogo del libro Silvia capirà che non è sbagliato seguire ciò che era dettato dal sentimento, ciò che non si riusciva ad arginare con impeto, non senza affanni e dubbi, decisa a condividere quel suo “spazio” di libertà con Pier che entra quindi nel suo mondo, nella sua quotidianità, nella necessità di ritagliarsi una parentesi di felicità, d’Amore in una vita fatta di giorni, mesi, anni tutti uguali.

Molto bello il libro di Teresa Antonacci a cui vanno i miei complimenti più siceri, perchè ha saputo “rapirmi” e coinvolgermi con la sua Storia, una storia comune , fatta di Sentimento, Passione, Paura ma anche e soprattutto esaltata dalla ricerca del Bene, di un senso di soddisfazione in particolare in Amore dove, come nella vita, nulla è dato per scontato, con la consapevolezza (espressa dai Protagonisti) che la vita è troppo breve per essere vissuta di rimpianti e rinunce e che in una maniera o nell’altra il Destino riesce sempre ad indirizzarci verso la sua strada, spetta solo a noi capire e decidere se percorrere o meno quel sentiero che seppur ricco di imprevisti e salite, alla fine se accompagnati dalla persona giusta ci sembrerà meno faticoso del previsto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: