“Questioni di Scelta” di Ingrid Rivi

Dettagli Prodotto:

  • Copertina rigida: 320 pagine
  • Editore: Gilgamesh Edizioni (6 dicembre 2018)
  • Collana: Inanna
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8868673568
  • ISBN-13: 978-8868673567

Link d’acquisto:

Recensione a cura di Jennifer Gaspari:

Passeggiando tra le vie della città in cui si vive da sempre, capita di non fare più caso a quanto ci circonda; capita di dar per scontate le piccole vie a cui si è oramai abituati; capita di non alzare più il naso per osservare le spettacolari opere d’arte che abbiamo davanti; capita anche di non essere più incuriositi da chi ci circonda, da chi ci cammina accanto, o da chi semplicemente incrociamo per strada. Succede però, che un giorno, ci capiti tra le mani un libro che ambienta la sua storia esattamente tra quelle stradine che non attiravano più la nostra attenzione, che ci ricorda di aprire un po’ di più gli occhi perché non si sa mai che, magari, uno dei protagonisti di quel libro, ci passeggi proprio a fianco. “Questioni di Scelta” è stato per me, esattamente questo, un’occasione per leggere un bel romanzo, che però mi ha anche riportato davanti agli occhi immagini della mia città, che magari davo ormai per viste, vissute, e davo per scontate; ma Ingrid Rivi portando il suo mondo rosa nella mia Verona, mi ha fatto un regalo che nemmeno immagina di aver incartato così bene. Ora, passeggiando davanti all’Arena o tra le vie del centro, o in Piazza delle Erbe, il mio occhio corre tra le persone che vedo, immaginando di incontrare Cristian, o Letizia, o che una delle macchine lussuose che mi sfrecciano accanto, sia guidata da Trevor, o che magari lì, in quell’angolo in cui sto osservando la mia città, qualcuno di loro abbia preso una qualche sorta di decisione, per dare una svolta alla loro vita, perchè alla fine si sa, la vita non è altro, che una inifinita serie di “Questioni di Scelta”.

Incontriamo Letizia, la nostra bella protagonista, qualche giorno prima delle sue nozze, pronta, o quasi, a pronunciare quel “Sì” che cambia tutto, che stravolge tutto, che corona un amore, che trasforma due vite in una sola, che unisce due cuori e li porta su un’unica via verso la felicità. Ma è davvero così? Per Letizia, il suo matrimonio è veramente l’inizio di tutto ciò che una Cenerentola può desiderare? E’ quasi tutto pronto: abito, ristorante, fiori, invitati, Chiesa, solo la torta dà qualche pensiero, ma tutto è deciso, e tutto è annotato sul suo cellulare… fino a che… fino a che uno scontro/incontro non mette tutto in una luce diversa, fino a che Rufus e Cristian decidono di entrare nella vita di Letizia e sconvolgere tutto. Da quel momento, tutto sarà messo in discussione per Letizia: i suoi desideri, i suoi programmi, il suo fidanzato, la sua casa, la sua auto, il suo telefono, la sua famiglia… tutto!! In pochi momenti, in pochi giorni, l’intera esistenza di Letizia non sarà più la stessa. Un ciclone si abbatterà su di lei e su tutte le sue certezze fino a farle dubitare perfino di vivere in una nuova dimensione, di essere stata catapultata in un universo parallelo, dove Trevor, il futuro sposo, non sembra più così perfetto, dove i suoi sogni sembrano cambiare direzione e soprattutto, dove Cristian sembra essere il suo destino, la sua felicità. E allora noi ci ritroviamo al suo fianco a dover compiere delle scelte che un momento prima sembravano assolutamente fuori questione, ma che un attimo dopo ci ci sembreranno l’unica rotta percorribile verso un domani degno di essere vissuto.

Ingrid Rivi ha la capacità di farci completamente innamorare dei due protagonisti, di tifare fin dal primo istante per il coronamento della loro strampalata storia, di farci battere il cuore ad ogni sorriso di Cristian e di gioire per ogni istante in cui Letizia si sposta un po’ di più verso quel ragazzo che ha rubato il suo cuore, e di conseguenza il nostro. Una delle cose più belle del romanzo, è la ricollocazione della felicità che Ingrid e Letizia attuano pagina dopo pagina, allontanandola da illusioni di perfezioni materiali, verso una spensierata gioia dovuta ai sentimenti, alla gentilezza, al prendersi cura, alla bontà d’animo che l’autrice fa incarnare a Cristian, il ragazzo di cui tutte ci innamoreremmo. Tanti sono i sottotemi toccati nella storia: la lotta a favore delle diversità, l’importanza di non fermarsi alle apparenze, e quella che a me è piaciuta di più: il disincanto verso la perfezione. Trevor, era la perfezione, era il matrimonio perfetto, l’appartamento da copertina, l’auto da invidia, il viaggio di nozze dei sogni, tutto esattamente come da copione, tutto estremamente perfetto… ma la perfezione è davvero così perfetta? La perfezione è davvero ciò che vorremmo? Oscar Wilde diceva: “Un soggetto che sia bello in sé stesso non offre nessuna suggestione all’artista. Manca di imperfezione.” Cristian incarna l’imperfezione in ogni sua cellula, ma forse, proprio quella sua imperfezione, quel suo modo di vedere la vita con occhi diversi, inaspettati, quel suo affrontare l’amore come si affronta una partita di calcio, porterà Letizia a chiedersi se la perfezione di Trevor è ciò che potrà renderla felice. Ovviamente non sta a me dire o svelare chi sceglierà Letizia, perché altrettanto ovviamente, dovete leggere “Questioni di Scelta” e scoprirlo da voi.

Quindi, se state partendo per le vacanze e non avete ancora scelto il libro da mettere in valigia, se non sapete ancora chi vi terrà compagnia sotto l’ombrellone, se ve ne rimanete a casa e volete comunque che la vostra estate si colori di speranza, di atmosfere da favola, di nuova luce, di un Azzurro come quello dei principi che sognavate da bambine… “Questioni di scelta” fa proprio per voi. Ingrid Rivi scrive davvero bene, non si riesce a staccarsi dalle pagine del libro, non si riesce ad uscire dall’intreccio amoroso in cui Letizia si incastrerà, non si riesce a non immaginarsi il Lago di Garda che fa da sfondo, non si riesce proprio a ignorare un libro così. Davvero complimenti all’autrice che con ironia, spensieratezza ed un linguaggio fluido, scorrevole e frizzante, ha reso le imperfezioni così allettanti, ha saputo trasformare una storia d’amore in tanti piccoli insegnamenti di vita che di piccolo hanno ben poco e che ci ha riproposto un ideale di bontà di cui innamorarci, in un universo letterario dove tante volte, vincono altri tipi di ricchezza, raramente quella dell’anima. Un mio personalissimo ringraziamento va ad Ingrid, per aver ambientato tutta la vicenda nella mia bella Verona, una città che ha regalato alla letteratura scenari da sempre incantevoli, preziosi, e magici. Grazie davvero.

Non vi porto via altro tempo e vi invito a scegliere “Questioni di Scelta”.

Buona Amabile Lettura

 

Sinossi:

A cosa serve la bacchetta magica se Cenerentola ha un Iphone? Letizia Castelli sta per sposare il suo principe azzurro ed è al settimo cielo, o quasi… Potrebbe essere più felice solo se cancellassero Ibiza dalla faccia della Terra, perché è proprio lì che il suo fidanzato Trevor festeggerà l’addio al celibato. Immaginate per un momento che la fata madrina sia un cane combinaguai di nome Rufus, che la scarpetta di cristallo sia uno smartphone disintegrato e che i principi azzurri diventino improvvisamente due. Come districarsi? In un attimo il mondo di Letizia verrà capovolto, tutte le sue certezze infrante, e starà a lei rimettere insieme i pezzi, perché in fondo il finale da favola e la felicità non sono altro che questioni di scelta.

Biografia Autrice:

Scrive di sè… “Ho 43 anni, sono una mamma di due bambine di 11 e 5 anni. Vivo a Cadelbosco di Sopra vicino a Reggio Emilia in Emilia Romagna.  Laureata in economia commercio lavoro come impiegata amministrativa. Sono già autrice di romanzi d’avventura per bambini, con i quali ho ottenuto riconoscimenti internazionali tra cui Lord Jordan e l’orizzonte magico e la Radura di Grondal. Ho iniziato a scrivere fin dalla adolescenza con poesie e brevi racconti, ma il sogno vero era di arrivare a comporre un romanzo. Per molti anni mi sono limitata a riporre i miei manoscritti nel famoso cassetto accanto al comodino, ero distratta dall’università, dal lavoro, dal formarmi una famiglia. Poi giunta alla soglia dei quaranta mi sono chiesta che sogni mi restassero ancora da realizzare. La passione per la scrittura è tornata prepotente e il sogno è diventato realtà. Inizio la collaborazione con Gilgamesh edizione con il romanzo “Questioni  di scelta.””

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: