Amabili interviste con Tanja Mengoli.

Intervista a cura di Daniela Sardella. 

Salve a tutti cari lettori.                                 Pronti per una nuova intervista ?             Non vi nascondo che dietro questo spazio c’è davvero tanto lavoro, perché prima di ogni appuntamento , quindi prima di stilare le nostre domande , va letto il libro , in un secondo momento i studiano  le domande che vengono inviate all’ ospite,  e non finisce qui! Si aggiunge la recensione inerente al libro in discussione, in modo che le persone possano conoscere in maniera completa, non solo l’ Autore ma anche il suo lavoro. E per concludere,  come ben sapete ,  l’ intervista si sviluppa ulteriormente all’ interno del nostro gruppo Amabili letture blog.  Ogni Sabato mattina è possibile scrivere le vostre domande dalle 9.00 alle 13.00 circa ,ed in un secondo momento l’ Autore potrà soddisfare ogni vostra curiosità.  Detto questo , sono lieta di presentare la nostra Ospite :” La Scrittrice Tanja Mengoli che ci parlerà del suo libro ” Lo spettro e la Guaritrice.” 

Con grande piacere rivolgo il mio benvenuto alla scrittrice . Grazie di essere qui e grazie per il tempo a noi gentilmente dedicato. Entriamo nel vivo e partiamo con le domande !!

• Chi è Tanja Mengoli? Ci parli un po’ di lei. 
Tanja, io. Ho quarantadue anni, lavoro come impiegata in un’azienda pubblicitaria. Ho un compagno da 25 anni e tre gatti, amo tutti e quattro alla follia. Adoro viaggiare per vedere posti nuovi e se non posso farlo fisicamente lo faccio leggendo. Amo la musica, quasi tutta ma soprattutto blues, rock e heavy metal. Ho praticato karatè per un ventennio, una disciplina che mi ha aiutata a crescere. Ho quattro tatuaggi, fatti in periodi particolari della mia vita, tutti dopo i quarant’anni.

• Quando è cominciato il cammino come scrittrice?

Ho iniziato a scrivere da ragazzina, racconti, veri e propri romanzi o diari. Ho sempre avuto una fervida immaginazione e mettere nero su bianco le mie storie inventate è stato un passaggio naturale. La scrittura mi ha sempre accompagnata, mi ha aiutata a oltrepassare indenne i momenti difficili ed è parte integrante di me.

• Quanto è importante la lettura, per lei personalmente? E quanto è importante in generale?

La lettura è importantissima e non solo perché non saprei farne a meno ma perché insegna, eleva e distrae. Credo che questo valga per tutti.

• Ogni scrittore ha un metodo differente, c’ è chi utilizza scalette, appunti precisi per poi sviluppare il racconto in un secondo momento. Lei come opera, solitamente?

Io utilizzo scalette, schede dei personaggi e story-line. I miei romanzi sono contemporanei ma sono intrecciati con la storia e la mitologia, dalla quale traggo ispirazione, di conseguenza non potrei tenere a mente tutto. Solitamente sviluppo tre scalette: una che riguarda il passato dei personaggi, una che riguarda il presente e una che li intreccia per dare vita al tutto.

• Entriamo nel vivo. Ci parli del suo libro ” Lo Spettro e la Guaritrice “.

Lo Spettro e La Guaritrice” è un romanzo che molti definirebbero ibrido perché c’è la storia d’amore, c’è del fantasy, avventura e mistero.

• Un libro molto particolare dove sono presenti diversi personaggi tra cui divinità. Come mai questa scelta?

Sia in questo, che nel libro precedente, mi sono ispirata alla mitologia perché l’ho sempre amata e studiata fin dai banchi di scuola. Sono sempre stata affascinata dal mito e dal soprannaturale, intrecciare il mondo reale con quello del mito è venuto da sé, in questo modo si può dar vita ad una realtà parallela non troppo lontana dalla nostra ma nella quale può succedere di tutto.

• Com’è nata la storia? Da dove ha preso ispirazione.

L’ispirazione per scrivere di Iaso, la terzogenita di Asclepio, è venuta leggendo un tomo sui miti greci, dalla loro origine fino a quelli a noi pervenuti, quelli che tutti abbiamo studiato a scuola. Ho letto che Asclepio, il Dio della Medicina, aveva cinque figlie ma di loro si sa molto poco perché si parla soprattutto del padre e di come è diventato un semidio, così ho pensato: “E se Iaso fosse costretta a fuggire dall’Olimpo? Se si ritrovasse a vivere fra gli uomini, cosa farebbe? Perché?” La sua storia si è allacciata a quella di un personaggio che incontriamo nel primo libro Sebastian, anche lui con un passato “divino” e così è nato tutto.

• Leggendo la Recensione, scritta gentilmente da Walter Bianco, si nota l’accuratezza dei particolari, nulla è lasciato al caso. Sicuramente ha svolto determinate ricerche, per questo vorrei chiederle qual è stato il momento più complicato, durante la stesura?

Grazie, spero che al Sig.Walter Bianco sia piaciuto. Le ricerche sono state molte e il più accurate possibile ma il momento più complicato nella stesura non è tanto per lo studio che c’è dietro, quanto il tentativo di rilasciare al lettore le informazioni un po’ alla volta per evitare “lo spiegone” e incappare in un’eccessiva dose di informazioni che rischiano di far sembrare lo scritto un saggio e non un romanzo. Provo di dare al lettore “informazioni a piccole dosi” per tenere vivo l’interesse e non annoiare, spero di esserci riuscita.

• Una volta pubblicato il suo libro cosa ha provato? 

Quando pubblico spero sempre che chi leggerà il mio libro possa emozionarsi come è successo a me mentre lo scrivevo. Rimane sempre un latente senso di inquietudine dovuto al fatto di avere l’impressione che avrei potuto fare di meglio, che qualcosa potesse essere descritta diversamente, ma se la ascoltassi non pubblicherei niente.

 

Cosa dobbiamo aspettarci da Tanja Mengoli? Progetti Futuri?

Progetti futuri. Ora sto scrivendo il terzo libro di questa serie perché, nonostante siano libri a sé ed autoconclusivi, ci sono personaggi i quali pretendono che la loro storia venga raccontata. In cantiere ci sono anche un libro su un angelo caduto per il quale sto facendo ricerche. 
Grazie.

Che dire!!! Grazie per la disponibilità,  grazie per la serietà e grazie per questa bellissima opportunità. Conoscervi è veramente un onore!

Risposte interessanti,  spiegazioni più che esaustive e inoltre la scrittrice ha già fornito spunti interessanti per le prossime domande. Vi rammento che Sabato 6 dalle 9.00 alle 13.00 sarà possibile scrivere le domande all’ interno del nostro gruppo Amabili letture blog.  Vi aspetto numerosi e ricordatevi sempre Amabili letture blog  ciaooo!!!!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: