“Esclusa” di Denise Prencipe.

  • Copertina flessibile: 39 pagine
  • Editore: Independently published (3 novembre 2017)
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 1973208857
  • ISBN-13: 978-1973208853
  • Acquistabile qui su → Amazon

NOTIZIE AUTRICE.

DENISE PRENCIPE, nata a Lodi il 07-01-2005 residente in Borgo San Giovanni. Appassionata ai libri fin da bambina, da quando la mamma gli leggeva alcuni racconti prima di addormentarsi. Da allora le piace vivere in un mondo parzialmente di fantasia dove gli unici limiti sono dettati dalla sua immaginazione. Amante della musica e da tre anni studia pianoforte.

TRAMA UFFICIALE.

Brutto e mortificante sentirsi diversi, diversi dagli altri, definiti meno importanti. Soprannomi e azioni stupide ed offensive in grado di ferirti fino in fondo, al punto da togliere il respiro! Una storia di Bullismo, scritta da una ragazzina di soli dodici anni, che è caduta ma ha trovato la forza di rialzarsi… in un mondo Multietnico diciamo “SI” al diverso, “SI” al cambiamento, “SI” alla famiglia, “SI” al gruppo e all’amicizia ma quella vera ..quella che ti piega, ma dalle risate!!

Recensione a cura di Daniela Sardella . 

Quando hanno richiesto la recensione di questo racconto, in un primo momento non pensavo minimamente di conversare con una ragazzina di soli tredici anni. La maturità nell’ esprimersi in maniera seria e diretta hanno fatto nascere in me non solo curiosità ma grande stima e ammirazione nei confronti di una piccola scrittrice che ha avuto il coraggio non solo di mettersi in gioco nello scrivere un racconto ma la motivazione dell’ispirazione!!
Un’ esperienza vissuta sulla sua pelle, una di quelle storie che lasciano il segno, e pur se svolto in maniera acerba e con la presenza di piccoli errori, che per suo volere non ha fatto ritoccare, il messaggio che manda è chiaro ed estremamente importante, un manoscritto che merita l’ attenzione sia da parte dei giovani e sia da noi genitori.

“È brutto e mortificante sentirsi diversi, definiti meno importanti. Soprannomi offensivi in grado di ferirti fino in fondo al punto da togliere il respiro”. Questi sono i pensieri che pervadono ogni giorno la mente di Amy una bambina di soli dieci anni, capelli castani che fanno cornice a due occhi marroni molto espressivi, una bocca delicata ed un naso a patata, che dire una ragazzina semplice e dolce, l’ unica cosa che la rendeva differente da tutti i suoi compagni era l’ eccesiva altezza e proprio a causa di ciò era soprannominata “giraffa”. Vi domanderete cosa ci può essere di strano, in fin dei conti, alla sua età quanti di noi avevano dei nomi assegnati a causa di difetti fisici dovuti all’ adolescenza o un cognome singolare, ma non era il caso di Amy, c’ era molto di più !!

La scrittrice nel suo racconto evidenzia un problema che affligge parecchi adolescenti, una cosa che dilaga sempre più: il Bullismo! Amy tra i corridoi non è se stessa, non riesce ad esprimersi liberamente. Derisa per il suo aspetto fisico, chiamata cicciona fai schifo, ignorata e lasciata sola risulta quasi invisibile agli occhi del gruppo “VIP”, dei ragazzini che si credevano migliori a dir poco intoccabili, ma capaci di attaccare i deboli solo perché agivano come un branco che accerchia la preda senza dargli scampo, ferendola nell’ animo senza alcuna pietà, perché come ben sappiamo il linguaggio praticato con cattiveria causa più dolore di una lama! Tutte le ingiurie la conducevano a pensare di essere davvero sbagliata, inadatta e incapace, portandola a chiudersi a non parlare con nessuno soprattutto con i suoi genitori, pensando di deluderli visto che era lei “LA NULLITA’”.

Nonostante ciò, cerca di reagire usando le sue passioni come àncora di salvezza. Grazie alla musica, la lettura e l’ amore per la scrittura cerca di proseguire l’ anno scolastico pensando che prima o poi volgerà al termine. Con l’ auspicio che tutto cambi, magari lei sarà più forte e vedendola diversa quei ragazzini smetteranno di deriderla. Ma i suoi sogni diventeranno realtà? Cosa succederà nel nuovo anno scolastico?

Un libro breve ma pieno di emozioni importanti, descritte da Denise Prencipe con grande coraggio e sincerità. Un messaggio chiaro per tutti i ragazzi che finiscono nella trappola dei bulli, un grido d’ aiuto nel raccontare senza vergogna, senza sentirsi in colpa per quelle persone che pensano di avere il diritto nel deridere i più deboli o forse colpire i più speciali, guidati dalla loro insana gelosia. Una storia che ha lasciato un segno profondo in me ed ho la certezza che toccherà innumerevoli cuori. Mi complimento ancora con la giovane scrittrice, a voi Buona lettura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: