Amabili Interviste con Daniele Amitrano.

Intervista a cura di Daniela Sardella.

Salve a tutti ! Anche questa settimana siamo presenti con un altra intervista ed oggi abbiamo il piacere di avere come ospite l’autore di ” Figli dello stesso Fango e ” La Bambina che urlava nel Silenzio” , Daniele Amitrano. Gentilmente si è reso disponibile non solo per rispondere alle nostre domande, ma sarà ancora con noi Sabato 9 Febbraio alle ore 14.30 all’ interno del nostro Gruppo Amabili letture blog. Potrete avere il piacere e l’ onore di interagire direttamente ponendo ulteriori quesiti e curiosità. Noi di Amabili letture abbiamo dato sfogo ai primi interrogativi, ma per prima cosa vogliamo allegare la sua personale Biografia.

Biografia Autore.

Daniele Amitrano nasce a Formia il 14 febbraio 1982. Ha conseguito due lauree: la prima in Scienze Organizzative e Gestionali e la seconda in Scienze Politiche. Ha pubblicato due raccolte di poesia tra il 2005 e il 2007, che gli sono valsi importanti riconoscimenti nazionali. Nel 2016 ha fatto il suo esordio nella narrativa con il romanzo “Figli dello stesso fango”. Nel mese di maggio del 2018 è uscito il suo secondo romanzo: “La bambina che urlava nel silenzio.

Siamo pronti!!! Diamo vita a questa intervista !! Benvenuto Daniele e grazie di averci dedicato un po’ del tuo tempo. Iniziamo!!

• Quando si è avvicinato al mondo della lettura?

Buon pomeriggio a tutti e grazie di questa opportunità. Mi sono avvicinato alla lettura in adolescenza. A parte i testi di narrativa scolastici, tra cui ricordo “Il giorno della civetta”.
Il primo libro che lessi lo chiesi in prestito a un mio amico, era “Lo sciamano e il peyote”, una biografia di Jim Morrison. Avevo tredici anni e ne rimasi scosso. A circa 17 acquistai i miei primi veri libri e furono: “Sorrisi dal mistero” di Alberto Bevilacqua e “Il giardino dei Finzi-Contini” di Giorgio Bassani.

• L’ amore per la scrittura è stato coltivato nel corso dell’ adolescenza o più avanti?

Si, è una passione coltivata da sempre. Qualche tempo fa ho trovato alcuni vecchi quaderni e vi ho trovato molte poesie e due romanzi.

•Dalla biografia possiamo notare la grande versatilità che possiede in diversi generi. Tra il 2005 e il 2007 ha pubblicato una raccolta di poesie, in seguito ha scritto “Figli dello stesso fango”, narrativa e l’ anno scorso ci ha deliziato con ” La bambina che urlava in silenzio” ,un thriller differente misto a bellissime poesie. Come ha maturato questa versatilità?

Credo che non bisogna mai farsi imbrigliare da un genere predefinito. Ho cercato di scrivere tutte quelle cose che amo leggere e quindi mi sono cimentato nella poesia, nella narrativa e nel giallo.

• Nella domanda precedente abbiamo nominato il suo ultimo scritto. La nostra curiosità cade sulla fusione di due stili completamente opposti. Cosa l’ ha portata a tale scelta e perché ?

Perché mi stuzzicava l’idea di accostare il giallo e la poesia, entrambi mie passioni e spero di essere stato originale, ossia il primo a farlo, ma non so. Magari tra cento anni, questo genere si chiamerà Amitrano (scherzo ovviamente) e vivrà di luce propria, per ora è un giallo che contiene romanticismo e poesie.

• Un racconto pieno di personaggi e vite correlate a problematiche differenti. Si rivede particolarmente in uno dei personaggi?

Forse qualche sfaccettatura ma non ci ho mai pensato. Ad esempio, in Lorenzi ci ritrovo la mia ostinazione per la giustizia e la legalità, in Grimaldi, l’umiltà.

• Progetti futuri?

È una domanda che mi fanno spesso. Ho tanti cantieri aperti, dalla poesia alla narrativa al giallo. Dove cadrà prima la mia ispirazione, quello sarà il mio prossimo lavoro.
Un saluto affettuoso a tutti voi del blog e ai seguaci di Amabili letture.
Ringraziamo ancora la gentilezza ed estrema simpatia del nostro meraviglioso Autore. Speriamo presto di leggere un altro capolavoro, curiosi di scoprire su quale genere cadrà l’ ispirazione. Nel frattempo rinnoviamo l’ appuntamento a Sabato 9 alle ore 14.30 nel gruppo Amabili letture blog . Vi aspettiamo numerosi!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: