L’ARCHIVIO DEGLI DEI – Di Miriam Palombi

TITOLO : L’ARCHIVIO DEGLI DEI

 

AUTRICE: MIRIAM PALOMBI

 

CASA EDITRICE: DARK ZONE

 

ANNO DI PUBBLICAZIONE: 1 GENNAIO 2016

 

GENERE: THRILLER STORICO

 

FORMATO: COPERTINA FLESSIBILE / E-BOOK

 

Link D’Acquisto : http://www.dark-zone.it/prodotto/larchivio-degli-dei/

 

AMAZON : https://www.amazon.it/dp/B072M6JT1M/ref=dp-kindle-redirect?_encoding=UTF8&btkr=1

 

 

 

 

 

NOTIZIE AUTRICE :

 

Nasce a Milano nel 1972. Ceramista, appassionata di simbologia e storia medioevale. Divide il proprio tempo tra l’organizzazione di Mostre d’Arte e la passione per la scrittura, seguendo un filone di narrativa storico-fantastica e horror. Novembre 2014 pubblica LE CRONACHE DEL GUERRIERO, ebook edito da ST-Books, GDS edizioni. Thriller Storico. Maggio 2015 pubblica l’antologia horror OSCURE VISIONI, ebook in self. In questa raccolta sono stati inseriti alcuni racconti selezionati in vari contest: “La venticinquesima ora”, si aggiudica il terzo posto al Premio Internazionale Palazzo Ruspoli. “Il dono”, selezionato per la raccolta “Schegge per un Natale Horror” dicembre 2013 edito da Dunwich edizioni,  promosso dal sito Letteratura Horror. “Stirpe di Morte”, selezionato per partecipare a Interiora, Horror Festival Indipendente Roma 2014. “Giocattoli rotti”, inserito nell’antologia del premio Halloween all’italiana 2014, promosso dal sito Letteratura Horror. Il racconto “On the road” è selezionato nell’antologia del premio La Serra Trema 2015, edita da Dunwich edizioni, premio dedicato all’horror rurale. Il racconto “Paziente Zero” è selezionato nell’antologia “Z di Zombie 2016”, pubblicata da Letteratura Horror. Partecipa al progetto antologico a tema “Le favole della buonanotte della Dark Zone.” Gennaio 2016 pubblica DI TENEBRA, antologia horror in ebook in self. Maggio 2016 pubblica L’ARCHIVIO DEGLI DEI, thriller a base storica, Dark Zone edizioni, presentato al Salone del libro di Torino. Giugno 2016. Il racconto “Sangue Cattivo” è inserito nell’antologia STRISCIANO SULL’ASFALTO, Carmignani Editrice. Presentato al Fantafestival 2016 di Roma.

 

 

 

 

 

 

 

NOTIZIE CASA EDITRICE :

 

Chi frequenta i social network la conosce già. Così come una moltitudine di autori, lettori e semplici appassionati. Perché la Dark Zone è fin dalla sua nascita un ritrovo caldo e accogliente per tutti coloro che hanno in comune la passione per i libri. Ma da febbraio la “creatura” fortemente voluta da Francesca Pace ha fatto un ulteriore salto di qualità, trasformandosi, da elegante e coinvolgente salottino letterario, in un’Associazione culturale a tutti gli effetti. Ideata in una calda giornata di luglio, tra una chiacchiera e l’altra, la Dark Zone della Pace, pensata come un luogo di incontro tra autori e lettori per scambiare idee, confrontarsi e crescere insieme, è presto diventata un polo di aggregazione e una fucina di idee sempre nuove e fantasiose. Ha unito sotto il suo marchio autori di diverso genere nella creazione di quattro antologie tematiche che costituiscono “Le favole della buona notte della Dark Zone”, e propone eventi online con l’intenzione di promuovere i “suoi” autori. Oggi, dopo i primi mesi di attività, il gioiello della Pace, che tra le altre cose ne amministra le attività sui social network, è diventato dunque un’Associazione culturale.Una crescita voluta fortemente dalla sua ideatrice, che avrà così maggiori possibilità di continuare a perseguire i suoi obiettivi, primo tra tutti quello di promuovere autori editi e non sul web, portando i loro nomi sulle bacheche dei lettori. Senza dimenticare i nuovi obiettivi, come quello di portare e rappresentare su tutto il territorio le decine di autori che fanno parte della Dark Zone, attraverso l’organizzazione di presentazioni e la partecipazione a fiere ed eventi dedicati ai libri e alla letteratura. Missione della Dark Zone sarà anche quella di aprire porte altrimenti sbarrate e permettere agli scrittori di farsi conoscere sia tramite il web, sia fisicamente dai lettori. Ma la Pace non si accontenta di questo e si è prefissata un altro importante traguardo, forse perfino più ambizioso: far pubblicare alcuni autori attraverso la sua nuova Associazione culturale, accompagnandoli e sostenendoli con il suo marchio. Avvalendosi di un team di professionisti tra cui editor, illustratori e social media manager, infatti, la Dark Zone nella sua nuova veste pubblicherà i romanzi di alcuni degli scrittori che fanno parte del gruppo. Il catalogo, almeno all’inizio, conterà pochi titoli. Questo per una precisa scelta editoriale che punterà anzitutto sulla qualità di quei titoli ritenuti davvero validi sotto ogni punto di vista. L’Associazione, infatti, svolgerà le sue attività a titolo completamente gratuito, rifiutando la richiesta di qualsivoglia contributo da parte dell’autore, nel rispetto delle proprie convinzioni e dell’amore per i libri e la letteratura.

 

 

 

 

 

 

 

SINOSSI.

 

Una maledizione antica ha originato una scia di sangue che attraversa i secoli. Macabri omicidi rimasti insoluti. La galleria degli uffizi mostra opere d’arte che custodiscono inquietanti rivelazioni nascoste nelle loro pennellate. Un segreto pericoloso, taciuto da alcuni e rincorso da altri, che renderà l’uomo simile agli dei. Un’insidiosa caccia al tesoro disseminata di trappole mortali dalle quali ci si potrà salvare soltanto grazie a astuzia e conoscenza.

 

 

 

 

 

Recensione a cura di Walter Bianco.

 

 

 

Il libro di Miriam Palombi ci regala un viaggio particolare attraverso epoche diverse e la sua Narrazione, partendo dalla Firenze Medicea, arriva fino ai giorni nostri. La bravura dell’Autrice si dimostra sia “nell’ingannare” raccontando realtà apparentemente separate dalla Trama, sia nel tirare le fila di un intreccio fittissimo, dimostrando abilità nel portare il lettore verso una verità che raccoglie i suoi indizi nel Passato per concludersi in un epilogo avvincente e del tutto non previsto.

 

Lo Stile utilizzato si frastaglia bene tra le ossessioni, i misteri e le vicende umane raccontate impregnate di sventatezza umana; uno Stile che coinvolge tutti i sensi che vengono provati da molti elementi, come i suoni metallici, lo scorrere dell’acqua e anche dal bagliore delle luci delle lanterne, che accompagnano e accrescono la suspance delle fasi più oscure del libro.

 

La Trama porta a scoprire un eredità maledetta che si tramanda da diversi anni, legando le anime di 3 uomini che giunti a tale verità reagiranno in maniera diversa: chi non comprendendo finirà per impazzire, chi avrà la presunzione di capire e chi, forse il più saggio dei tre, avendo solo intuito il “Potere Distruttivo” di tale Tesoro, decise di scappare rifugiandosi in una vita fatta di anonimato.

 

Durante la fase iniziale del Libro c’è un po’ di lentezza o forse il Ritmo, non sempre frenetico, è volutamente adattato per concentrarsi senza distrazioni sui complotti e misteri che saranno la base per lo sviluppo della Trama solo se compresi a pieno; si passa così da momenti di sofferenza umana a momenti di esultanza per la ricerca di quel “Tesoro” che sarà ossessione per alcuni e fonte di maledizioni per altri.

 

La concatenazione degli eventi è ben fondata e dimostra il lavoro “dietro le quinte” della Palombi, capace di restare “cristallina” anche nelle fasi dove descrive concetti meno comprensibili.

 

Il libro poggia su 3 Temi Principali : Alchimia, Esoterismo e Arte. Proprio l’Arte, secondo me, è l’elemento capace di colpire e affascinare di più, con le descrizioni affascinanti appartenenti al mondo Fiorentino, con Firenze e la Galleria degli Uffizi a fare da mattatori. Uno dei Protagonisti, Lorenzo, s’imbatte per caso in questa “Sciarada” cercando di risolverla analizzando le opere appartenenti alla collezione della Galleria, per tradurre un codice necessario per arrivare a quel tesoro nascosto negli anni. Nella ricerca incontrerà Marco che, differentemente da Lorenzo, viene indirizzato quasi per “dovere” su questa caccia al tesoro, essendo l’ultimo discendente degli Arrighi, famiglia che per anni tramandava la custodia del Segreto.

 

Il libro gioca sul connubio tra Potere e Esoterismo: la volontà dell’uomo di conoscenza e la sua bramosia di sostituirsi a Dio viene espressa nella figura di Francesco I de Medici. Il suo Amore per l’Alchimia aveva portato verso una punizione divina tramutata per questo in quella maledizione che colpiva gli uomini attraverso gli anni.

 

Così, dopo aver messo a repentaglio la loro esistenza, Lorenzo e Marco ci accompagneranno verso un Epilogo molto Adrenalinico, dove abbiamo lo scontro tra Ragione e Superbia, con la scoperta di una Verità che stupisce il Lettore.

 

Molto bello il libro di Miriam Palombi, a cui vanno i miei complimenti per il suo Thriller Storico, capace di unire elementi Reali (attinti dalla Storia) a parti Fantasiose, che tra loro ben interagiscono dando vita a una Trama che non solo convince ma che coinvolge moltissimo con i suoi misteri ed elementi sovrannaturali.

 

Del libro a me personalmente ha colpito il suo messaggio celato, o perlomeno quello che ha comunicato a me: la riflessione riguardo a come l’uomo si pone di fronte alla Sete di Conoscenza, che lo porta a scoprire Verità più grandi di Lui che potenzialmente diventano Pericolose se l’Uomo diventa Superbo; Contrariamente nella Ricerca possono diventare ottimi alleati il Timore, la Paura verso ciò che Non si comprende e soprattutto il DUBBIO. Con il Dubbio l’uomo si pone di fronte al mistero con quel rispetto dovuto, necessario, senza sentirsi inferiore o in difetto principalmente riuscendo a non dare per scontata la Verità. Un “Peccato” necessario per l’uomo, uno di cui non pentirsi, lo stesso di cui parlava Tolstoj quando diceva:

 

” IL MIO PECCATO PRINCIPALE È IL DUBBIO. IO DUBITO DI TUTTO E MI TROVO SEMPRE NEL DUBBIO”.

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: