“Gli Spettri del Passato” di Simona Lapucci

Dettagli Prodotto:

Editore: Il Ciliegio

Formato: EPUB Testo in italiano

Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle)

Dimensioni: 579,41

Pagine della versione a stampa: 400 p.

Link d’ acquisto:

Sinossi:

Dopo una notte di terrore rinchiusa nell’angusto rifugio di una cassapanca, la contessina Beatrice di Verdericco è finalmente libera, ma la scena che le si para davanti è sconvolgente. Sangue dappertutto, sulle pareti, sul mobilio, sul pavimento. E poi i corpi mutilati e umiliati. Quelli di suo padre e sua madre che l’ha nascosta e di suo fratello Lorenzo. Chi è ha compiuto quel massacro e perché? A prendersi cura di lei sarà il barone Federico di Terrabona accorso sul posto per fare luce sull’accaduto. Sarà sempre il valoroso Federico che dovrà dipanare una matassa sempre più intricata e che lega la vita della contessina, nel corso degli anni, ad altre complesse vicende.

Biografia Autrice:

Simona Lapucci è nata a Pisa, ha trascorso la sua prima infanzia in Umbria e dall’età di dieci anni vive in provincia di Treviso. Ha due figli e una cagnolina con la quale ogni sera ama passeggiare per rilassarsi e far volare la fantasia. Ha pubblicato tre libri: “Il leone e la luna nera”, “Il Portatore” e “Gli spettri del passato”.

Grazie al desiderio di condividere la gioia, i sentimenti e l’amore che il progetto si è realizzato.<br>Il contenuto dei nostri libri ha come guida l’ispirazione, la creatività e l’espressione leggera e profonda dei colori dell’anima. Il Ciliegio si caratterizza per l’attenzione al mondo: del sentimento, della spiritualità, del bambino, della comunicazione, del fantasy, del benessere, del noir, del giallo e della ricerca del sè. Ogni libro è unico e speciale, una piacevole sorpresa per chi lo riceve in dono. Ci diverte pensare ad essi come a delle piccole ciliegie rosse e invitanti, tante per tutti i gusti: dai più raffinati a quelli più curiosi nella ricerca della passione che un frutto rosso sa trasmettere.

Recensione a cura di Jennifer  Gaspari:

Beatrice, non è una bambina qualsiasi, è la contessina di Verdericco, ma è anche la testimone dell’omicidio di tutta la sua famiglia. Sopravvisuta per miracolo e salvata da due valorosi cavalieri, verrà, suo malgrado, portata in un convento dove vivrà un’infanzia non sempre felice, ma il destino sta disegnando un futuro tutto diverso per lei. Anni dopo, divenuta una giovane donna senza l’uso della parola, troverà, attraverso l’aiuto di Federico di Terrabona e della moglie Isabella, la sua strada come sposa del conte Guglielmo di Vallepiana, uno dei due cavalieri che la salvarono da bambina e il cui ricordo accompagnava da sempre le sue speranze d’amore.

L’eroe dei suoi sogni è però un padre vedovo, ferito nel cuore e nel fisico, con sofferenze d’amore mai superate a renderlo cinico e chiuso nei confronti della nuova moglie. Sarà Beatrice che con la sua dolcezza, gentilezza, pazienza e amorevole capacità di conquistare Alina, la figlia del precedente matrimonio, riuscirà ad abbattere il muro di paure, di sofferenze, di pessimismo di Guglielmo. A complicare il tutto saranno due personaggi, Goffredo, cavaliere senza valori e dal pessimo atteggiamento e suor Mariacarmela, che tenteranno di separare i due sposi per poterne trarre vantaggi monetari e impudici. Riusciranno ad aprire i loro i cuori e, insieme, sconfiggere gli spettri del passato che minano la loro felicità? Romanzo che esalta i valori di un tempo, che attraverso un linguaggio semplicemete sincero, regala una speranza anche alle fanciulle alle quali la vita non sembra sorridere.

Protagonisti che ricordano un po’  Jane Eyre ed il Signor Rochester e che come loro, ti trasportano in un mondo antico, dove cavalieri e dame donano sogni ad occhi aperti a lettori di tutte le età. Beatrice e Guglielmo riescono a entrare nel cuore, a regalare speranza. Personaggi attentamente delineati che affascinano mente e anima, talmente tanto da rendere impensabile un finale infelice, ma gli intrecci insinuano dubbi nei protagonisti e nei lettori rendendo quindi la narrazione vibrante fino alla fine. Personalmente ne  consiglio la lettura e colgo l’ occasione nel porgere  I miei complimenti alla scrittrice.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: