“End of the Road Bar”-Parte uno di Daniele Batella

  • Editore: Dark Zone (12 dicembre 2018)
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8899845484
  • ISBN-13: 978-8899845483
  • Autore: Daniele Batella
  • Pagine: 240
  • Link d’acquisto: https://amzn.to/2Eadftp

Casa Editrice

Chi frequenta i social network la conosce già. Così come una moltitudine di autori, lettori e semplici appassionati. Perché la Dark Zone è fin dalla sua nascita un ritrovo caldo e accogliente per tutti coloro che hanno in comune la passione per i libri. Ma da febbraio la “creatura” fortemente voluta da Francesca Pace ha fatto un ulteriore salto di qualità, trasformandosi, da elegante e coinvolgente salottino letterario, in un’Associazione culturale a tutti gli effetti.

Ideata in una calda giornata di luglio, tra una chiacchiera e l’altra, la Dark Zone della Pace, pensata come un luogo di incontro tra autori e lettori per scambiare idee, confrontarsi e crescere insieme, è presto diventata un polo di aggregazione e una fucina di idee sempre nuove e fantasiose. Ha unito sotto il suo marchio autori di diverso genere nella creazione di quattro antologie tematiche che costituiscono “Le favole della buona notte della Dark Zone”, e propone eventi online con l’intenzione di promuovere i “suoi” autori.

SINOSSI

All’End of the Road non si arriva per caso. È uno strano luogo, un vecchio bar nascosto in un vicolo di una metropoli, a metà strada tra una bettola e la sala di un cinema: un locale d’altri tempi, lontano dalla frenesia delle notti di baldoria della città. L’End of the Road ha un’anima. È questa l’unica certezza che colpisce sette avventori, giunti per caso una sera di aprile nell’atmosfera ovattata del bar. Sette sconosciuti, condotti nello stesso luogo da un curioso scherzo del fato. Penny, l’algida e imperscrutabile cameriera, li accoglie e serve loro da bere. Sarà il pretesto di una violenta tempesta a far avvicinare i sette l’uno all’altro, a sciogliere imbarazzi e timori prima e a condurli in un viaggio lungo il viale dei ricordi poi. Uno ad uno cominceranno a raccontare la propria esistenza, fatta di amori, gioie, dolori, segreti mai confessati e peccati indicibili. Sette vite si snodano nel flusso dirompente della memoria, svelando poco a poco le trame di un sorprendente destino.

BIOGRAFIA AUTORE

Daniele Batella nasce ad Arezzo l’11 Giugno 1988.

Consegue la Laurea Triennale in Lingue e Culture del Mondo Moderno presso l’Università “La Sapienza” di Roma.

Dal 2009 si esibisce come cantante nel gruppo vocale Cherries on a Swing Set.

Da sempre appassionato di arte creativa, forma i suoi gusti letterari su romanzi thriller, noir, con ambientazione storica, elementi archeologici o accenni al sovrannaturale; allo stesso tempo l’introspezione psicologica e l’esplorazione delle umane pulsioni proprie di autori come Henry James o Michael Cunningham lo portano a cesellare il suo gusto verso una narrativa antropocentrica, fatta di storie di vita vissuta.

End of the Road Bar è il suo primo romanzo.

Vive ad Orvieto, in Umbria.

RECENSIONE a cura di Jennifer Gaspari

Quando affronti un libro, guardi la copertina, leggi il titolo, la trama, e ti fai un’idea di come sarà. Qui, in questo piccolo squarcio di arcano, ogni idea che ti potrai fare, non sarà mai all’altezza di ciò che stai per leggere.

Entrerai in un bar, in uno strano bar, senza nemmeno sapere come, varcherai quella soglia, senza capire cosa o chi ti abbia portato all’End of the Road. Lì cosa ti attenda è un vero e proprio mistero. Inizierai a guardarti intorno, e troverai ad accoglierti una ragazza, ti dirà “Mi chiamo Penny, e lavoro all‘End of the Road“. Ne rimarrai ammaliato, non capirai che cosa ci sia, in quel luogo, di così particolare. Ti sentirai attirato, stregato e capirai di essere in locale “con un’anima”. Se sia triste, affascinante, spaventoso, incantatore o cos’altro lo scoprirai, o forse no. Di certo c’è solo una cosa “all’End of the Road non si tornava mai più di due volte. Questa era una regola non scritta del bar.”

All’End of the Road entrerai in una sera, come tante (ma molto speciale), assieme ad altre sette persone, giunte lì per caso, o forse no, con cui dividerai una nottata fatta di drink e racconti. I tuoi compagni di viaggio saranno Penny, la barista, che saprà servirti esattamente quello di cui hai bisogno, nel momento giusto. Con voi ci saranno sette personaggi che all’apparenza non hanno nulla in comune, ma che si riveleranno intrecciati in una storia in cui verrete proiettati con mente e pelle d’oca. Sarete rapiti dal racconto delle vite di uomini e donne che non sono quello che sembrano. Perciò sedetevi, ordinate un drink, o lasciate fare a Penny, e gustatevi questa nottata di tempesta.

“Era il ventotto aprile, il cielo era terso, le stelle baluginavano dal loro letto di velluto. La porta rimase aperta quasi quaranta secondi, un’eternità. Penny poteva avvertirlo.” Che cosa sente Penny, cosa sta per succedere? Che cos’ha questa strana serata di così diverso? In questo insolito locale entrano poche persone, mai piu di tre o quattro per sera, ma stanotte sono sette. “Sette esempi di umanità, così diversi eppure così simili fra loro”. A varcare la soglia di quel luogo sfingeo saranno una signora asiatica, una coppia di freschi sposini, un travestito di mezz’età, un ragazzo sui trent’anni e poi un’altra coppia di circa trentacinque. A guardarli, sembra che non sappiano dove sono, chi sono e perchè sono lì. Hanno tutti un’aria smarrita, quasi spaventata, ma quel luogo li ha attirati come una calamita e loro non possono far altro che accettare che il fato, il destino, o qualcos’altro li abbia condotti lì. Ordinano da bere, rassegnati a dover passare quella notte tra mura decadenti, e persone sconosciute. Poi accade qualcosa, qualcosa di inspiegabile, di inaspettato per tutti (ma non per Penny) e iniziano a raccontare la propria vita.

A rompere il silenzio sarà Hiroe, la signora asiatica, che con il suo tè danzante fra le mani, ci porterà a Tokyo dove vivrà un’incubo, e poi negli Stati Uniti, dove vivrà un sogno. Ci farà soffrire con lei per la sua infanzia strappata, ci farà sperare in una giustizia, ci farà rimanere a bocca aperta, sorridere per un amore meritato e sospirare per un desiderio in fondo al cuore.

Sarà poi il turno di David, il ballerino novello sposo. La sua storia sarà straziante, fin dall’inizio intrisa di amarezza, segreti e cose sussurate nella vergogna di un’esistenza celata, mai confessata… nemmeno a Lana, sua moglie, il cui racconto si intreccerà, ma solo dopo aver vissuto un passato pregno di abbandoni, viaggi, illusioni e magia. Per un attimo penseremo di aver sbrogliato qualche misterioso nodo, ma all’End of the Road tutto avviene a tempo debito.

E poi Milo, l’affascinante travestito con un passato che racchiude due nascite, due vite, due mondi. Ci condurrà a Salisburgo, con un’infanzia difficile ma piena di forza e lotta per un’accettazione che brama con ogni cellula del suo corpo che non lo ripecchia, non lo rinchiude. Saremo poi sbalzati in India, tra atmosfere seducenti, suggestive ma pericolose, molto pericolose. Le sue vite ci faranno precipitare in universi sconosciuti e dolorosi, dai quali sembrerà di non avere scampo.

Poi il libro si interrompe, ci lascia lì, affannati, assetati di risposte, pieni di domande, a desiderare che il prossimo volume esca domani, al più presto, perchè questo romanzo, opera prima di Daniele Batella è di una tensione emotiva e psicologica degno dei più grandi scrittori. Un linguaggio ricercato, perfino difficile da recensire nella sua compiutezza, che mi porta ad ammettere la difficoltà di una ricostruzione delle atmosfere, dei luoghi, dei personaggi senza rimandi continui al testo. I miei vivissimi complimenti all’autore e un incalzante richiesta di regalarci il seguito al più presto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: